Intravedere

Just another WordPress site

This content shows Simple View


L’unico vaffanculo vero

L’unico vaffanculo vero.

Parliamo spesso di farsi un orto e ingegnerizzare la propria casa e la propria vita in maniera da essere INDIPENDENTI alimentarmente ed energeticamente.

Conviene al singolo.
Ovvio. Bollette e spesa ridottissima e cibi buoni.
Non rimani senza energia e cibo se il mondo va storto….

Ma…
C’è un risvolto ancora più importante.

“NON CI SERVE”
Potremmo dire a chi disintegra col gas o senza un popolo intero, e dei bambini, perchè nella loro nazione vuole farci passare un tubo, per lo stesso motivo abbatte ulivi secolari: per farci passare un tubo. Per poi vendere il gas a noi, e “sfilarlo” ai concorrenti.

NON CI SERVE.
Potremmo dire ai beduini sauditi che sterminano gli yemeniti per assecondare i loro alleati dell’oro nero. Il petrolio.

NON CI SERVE
Potremmo dire alle multinazionali del veleno che ci mandano navi di grano al glifosato dal Canada o dall’Ucraina.

NON CI SERVE. Abbiamo tutto.

Grazie.

Andate affanculo, Voi, le vostre bombe intelligenti, i danni collaterali, le guerre umanitarie, le bombe al fosforo, le bombe a grappolo, i gas.
Il vostro mondo di tubi, di fossili, di bombe e di odio, di raffinerie e di caccia, di missili e minacce

NON CI SERVE.




Batteria Modulare Lybra 4

14572367_10209145642831727_7590286647385521959_n

Lybra 4

La batteria modulare.
Una sola batteria per tutto.
Una sul tosasiepi.
Due sulla motosega.
Due o tre sul tosaerba.
Quattro sul motorino elettrico.
Otto sulla citycar ….

Poi le mettete a casa nella rastrelliera, si ricaricano coi pannelli FV di giorno, e di notte vi danno luce ai Led, e alle piccole cose di case, gli elettrodomestici li mandate di giorno quando il FV lavora.
Ne prendete un paio cariche e uscite….

(immagini di Manuel Pennuto)

14572367_10209145642831727_7590286647385521959_n 14610903_10209145642671723_3890832992691869070_n 14485109_10209145643231737_3446589293003931932_n 14494753_10209168370719910_4105140548537027168_n 14632940_10209168370839913_7012185761439061380_n




Il motore che servirebbe – Motore modulare Lybra 1

Lybra 1

Il motore che vorrei venisse creato, assomiglia molto ai motori che ho appena pubblicato ma la differenza sta nel fatto che, pur adottando le stesse tecnologie, e quelle che verranno in ordine a materiali e software di controllo, esso sarà modulare.
Un motore, 1 kw
Due motori, 2 kw, e così via, fino a 12 motori 12 kw. Tutti sullo stesso asse, tutti controllati dallo stesso processore, tutti controllabili via ethernet, sia per le curve di potenza, sia per le diagnosi, sia per l’aggiornamento del processore interno (arduino).i

La modularità è quindi meccanica, tramite il perno cemtrale maschio femmina, elettrica, tramite spinotti standard, sia elettronica, per il controllo.

Video del motore: https://youtu.be/SPWf_0Segj4
Modularità del motorehttps://youtu.be/YblH2ki7Ajw

(immagini , grafica e video di Manuel Pennuto )

14484837_10209163343674237_1909953540426126620_n 14563582_10209163344434256_1497975880070678723_n 14590361_10209163344674262_5090793396280999737_n 14601044_10209163344274252_623199528524378509_n




Questo è il progetto Lybra – Ora i motori piatti li fanno così. 001

14033-3771981

Progetto Lybra – 001

Allora, questo è un progetto a cui tengo in maniera esagerata.

Non ho la possibilità di brevettare e prototipare tutto.
Ci vorrebbero decine di migliaia di euro solo per i brevetti, non parliamo dei prototipi.
Il solo inizio della produzione poi…. roba da multinazionale…
che però non lo farà mai, perchè le due invenzioni di cui sto per parlarvi sono a tutti gli effetti un “bene comune”.
Un risparmio enorme per tutti i fruitori, un mancato incasso per chi produce, se vuole basare i suoi guadagni sui brevetti….

Quindi…. bene comune sia.

Tutti gli svluppi, le implementazioni, gli aggiornamenti, i software saranno liberi.
Chiunque potrà farli, chiunque potrà produrli, venderli, fare quello che vuole, nessuno però potrà brevettare
l’idea madre: quella è da ora di dominio pubblico. E’ di tutti.

Bene.

Idea uno:
vorrei che fosse prodotto un Motore elettrico al neodimio, brushless (senza parti in attrito, come ce ne sono già migliaia), ma modulare.

Una pizzetta, 16 cm x 16 cm 4cm di spessore, potenza 1 kw, con innesto meccanico modulare maschio-femmina, contatti elettrici, elettronici e rj45 ethernet per controllo da remoto singolo.

Ora i motori piatti sono così, ce ne sono di bellissimi, prodotti da una miriade di aziende, anche quotatissime:
Honda, Bosch, Toyota, Hilti, Makita, Black&Decker,Tesla….

 7173-3989787 8104-9126100 14033-3771981 14033-3773891 14033-3774057 0027824001237392954__Motors_and_drives_Fig4 ashwoodmotor_axialfluxpm480x320 Brushless-motor60Kw Maxon EC45-flat-30W Pancake-Motor PM_Pancake_L17 s-l1000



Ci vuole Cuore

cuore campo-elettromagnetico-del-cuore

“Ci vuole Cuore”
“Va dove ti porta il Cuore”
“Ascolta il Cuore”.

Coraggio

“E’ una persona di cuore”
“Ma con che cuore ?”

Per secoli siamo stati convinti il cuore essere la sede delle emozioni, del coraggio, appunto, di ciò che c’è di profondo, di ancestrale, di familiare, di comunitario, di generoso, contrapposto spesso alla mente, al cervello: più freddo, più egoista, più menefreghista, un pò cinico perchè impegnato a calcolare cosa gli conviene, non come il cuore, che si “getta oltre l’ostacolo”, oltre i rischi, gli interessi, la convenienza.

E poi, con disappunto, siamo stati informati, dagli studi dell’anatomia classica, che il cuore invece è una pompetta.

Fantastica idraulica, 4 o 5 miliardi di efficientissimi battiti dal primo di cuoricino piccolo nel grembo, fino all’ultimo, speriamo da vecchi, debole, malandato.
Idraulica sopraffina e preziosissima, ma pur sempre idraulica.

Che delusione.

Una pompa. Che prende il sangue e lo rispinge fin nelle periferie del nostro corpo: nulla più.

Beh. Un pò ci siamo rimasti male.

Mille canzoni in rima con “Amore”, o con “dolore” per un mero congegno idraulico.
Tutta una sterminata letteratura, in tutte le ere dell’Umanità si è rivolta commossa a un componente che poteva stare bene in una lavatrice ?

Che brutta fine !

INVECE MANCO PER NIENTE !

Studi più approfonditi, che finalmente hanno riguardato meglio le evidenze, non solo “solide” ma anche elettromagnetiche e relazionali, informatiche e quantistiche, chi hanno resi edotti che:

Il CUORE genera il più ampio Campo ElettroMagnetico del corpo ed ha un proprio cervello separato dagli altri, ma interattivo con essi!
il cuore è un organo sensoriale e di un sofisticato centro di codifica ed elaborazione delle informazioni, con un vasto sistema nervoso intrinseco sufficientemente sofisticato da qualificarsi come un “cervello cuore”. I nervi che dal cuore arrivano al cervello portano informazioni relative ad ormoni, sostanze chimiche, frequenza, pressione, dolore e sensazioni e riescono a regolare diversi segnali nervosi che dal cervello tornano verso il cuore o vengono inviati ad altri organi.

Quando viene concepito un bambino, il Cuore umano inizia a battere prima che il cervello si sia formato: il cuore ha un piccolo e proprio “cervello” formato da circa 40.000 cellule nervose, e da esso viene emanato il più ampio Campo ElettroMagnetico del corpo.

Il Campo Elettrico del Cuore, che viene misurato dall’elettrocardiogramma (EGC) è all’incirca 60 volte più grande in ampiezza di quello generato dalle onde cerebrali registrate da un elettroencefalogramma (EEG).

La componente Magnetica del campo del cuore, è all’incirca 5000 volte più potente di quella prodotta dal cervello, attraversa i tessuti e può essere misurata anche a distanza di molti metri da appositi apparecchi.

La dimensione di questo Campo Elettromagnetico toroidale varia da un minimo di 2,5 ed un massimo di 3m, con asse verticale centrato nel cuore. La sua forma Toroidale, e’ la forma spesso considerata la più unica e primaria dell’Uni-Verso. Questo campo Toroidale contiene un suo doppio in piccolo,, come una matriosca, e sullo stesso asse verticale, questo perché esso e’ “duale” come le energie della ManifestAzione, le forze E+ ed E- ovvero Yin e Yang, e con esse interagisce ad ogni istante.

Questo campo elettromagnetico, generato dai cromosomi contenuti nelle cellule nervose di questo piccolo cervello del cuore, permea ogni cellula dell’organismo e agisce come un segnale sincronizzatore per tutto il corpo.

Ormai e’ stato sperimentato e dimostrato che questo campo energetico toroidale non solo è trasmesso internamente al cervello di sopra nella testa e al di sotto a quello enterico nell’intestino, ma è anche recepibile inconsciamente o consciamente, dagli altri soggetti che si trovano nel suo raggio di azione-comunicazione che e’ di massimo 3 m di diametro. Gli animali lo recepiscono anche da più lontano.

Ogni organo del corpo emette un proprio Campo elettromagnetico di intensità e frequenza diversa a seconda del tipo di organo ma tutti questi Campi sono sincronizzati dal campo del Cuore. L’insieme di questi campi si chiama AURA ed essa forma una specie di “uovo” attorno all’organismo degli esseri viventi. I cuori delle persone sono dunque dei potenti trasmettitori ed emettono costantemente onde elettromagnetiche. L’antenna che è fisicamente in grado di cogliere queste onde è il complesso apparato sensoriale del nostro intero corpo.

Questo Campo ElettroMagnetico del cuore e’ SEMPRE in contatto con il Campo ElettroMagnetico dell’Uni-Verso e scambia quindi InFormAzioni con Lui. Riceve “impulsi-info” e ne comunica alla Banca Dati Universale; esso e’ il punto di collegamento fra l’Essere e l’UniVerso; ma esso e’ in continua comunicazione anche con tutti gli altri esseri viventi del Pianeta, esso e’ in continua comunicazione con la ghiandola Pineale all’interno del cervello antico del Cranio.

Alla morte-trapasso, questo Campo del cuore si ritira piano piano fino a scomparire in circa un’ora, cioè quanto dura la funzionalità della ghiandola Pineale, e permette lo scambio totale delle informazioni finali dell’essere stesso con tutti i suoi Elettroni, Atomi, che lo compongono e che andranno a fare parte di altre forme di vita.

Il Campo megnetico della Terra influenza IL ed è influenzato DAL campo magnetico del cuore.

Il Cuore , insomma, comanda comunque la nostra vita.

Ci indica direzione, ritmo, base musicale, e sintonia.

Meno male !

Chissa come, non ci eravamo sbagliati, e, ancor prima di averlo misurato, lo sapevamo !

“Cuore” può tornare a far rima con “amore”, e, alla luce di ciò che abbiamo scoperto, non può essere che così.

Di questa fantastica sincronia, ne è metronomo, codice, direttore d’orchestra e, quando sarà l’ora, notaio, per un “lascito” armonizzato e sincrono.

Ci vuole Cuore. Davvero.




Piccolo imprenditore, sei una pippa.

“Piccolo imprenditore, sei una pippa”.”Non sei concorrenziale.
Non pensi in grande,
Non fai marketing..
Non hai vision, una mission poco chiara, non fai rete, cazzo”.”Come fai a proporti nel bisnes internazionale, sei troppo piccolo…. biascichi un inglese che neanche a Collodi….”
—————————————-——————————

Questo dicono al piccolo imprenditore che paga 125 diversi tipi di adempimenti, uno ogni tre giorni, alcuni in base al reddito, altri in base al reddito presunto, altri slegati dal reddito.
Sul suolo, sul volume, sull’acqua, sui motori, sui vetri, sui rubinetti, sui frigoriferi, sul magazzino, sui dipendenti, sui bolli, sul parcheggio, sul passo carrabile, sul conai, sugli scarti, sui rifiuti, sui conti correnti…………
Per un totale fiscale tra il 60 e il 70%.
Degli utili.
Se non ne hai, cazzi tuoi.
Se perdi, perdi del tuo: tutto.

E chi glielo dice ?

I potenti.

Apple, Bp, Google, Amazon, Ebay, Bnp, Jp Morgan, Goldman, Microsoft….

Che pagano a volte lo 0,5%, a volte lo 0,005% di tasse.
Che decidono se e quante pagarne e dove.
Che pagano i lavoratori a volte 10 dollari al giorno, a volte 0,5 dollari l’ora.

E con una minuscola parte dell’immenso bottino che si tengono, pagano i politici affinchè tutto vada così.

O un dossier per gli indecisi.
O un killer per gli onesti.

Questa è l’economia mondiale.
La più alta espressione del crimine organizzato.