Author Archives: Francesco Neri

Il bambino debito

"Un Bambino.</p>
<p>Secondo le tre mafie principali, un bambino viene al mondo con tre debiti.</p>
<p>Qualche decina di migliaia di euro di debito pubblico, che in realtà son foglietti, quindi non è vero nulla.</p>
<p>Un peccato originale per una storia di una donna, una mela, migliaia di anni fa. Dio è ancora incazzato......  Allora bisogna dar dei soldi alla Chiesa. </p>
<p>Un debito con la natura. "Si , il bambino è un prodigio ma al suo sistema immunitario manca un pezzo" , il "software " ha bisogno di una App aggiuntiva. Un vaccino. Bisogna pagare...</p>
<p>--------------------------</p>
<p>In realtà nasciamo senza debito alcuno, ma vivendo ne acquisiamo uno.<br />
Siamo in debito con chi verrà, a cui siamo tenuti a lasciare un mondo migliore, o almeno non peggiore di quello che abbiamo trovato.</p>
<p>Nasciamo esseri luminosi insomma, ma fan di tutto per insegnarci il buio."

Un Bambino.

Secondo le tre mafie principali, un bambino viene al mondo con tre debiti.

Qualche decina di migliaia di euro di debito pubblico, che in realtà son foglietti, quindi non è vero nulla.

Un peccato originale per una storia di una donna, una mela, migliaia di anni fa. Dio è ancora incazzato…… Allora bisogna dar dei soldi alla Chiesa.

Un debito con la natura. “Si , il bambino è un prodigio ma al suo sistema immunitario manca un pezzo” , il “software ” ha bisogno di una App aggiuntiva. Un vaccino. Bisogna pagare…

————————–

In realtà nasciamo senza debito alcuno, ma vivendo ne acquisiamo uno.
Siamo in debito con chi verrà, a cui siamo tenuti a lasciare un mondo migliore, o almeno non peggiore di quello che abbiamo trovato.

Nasciamo esseri luminosi insomma, ma fan di tutto per insegnarci il buio.

Filiera corta, vita lunga.

Un grande campo di ettari di pomodori, o di fragole, una grande estensione di UN SOLO tipo di ortaggi, o frutta.

Ci viene in mente lo sfruttamento, il caporalato, le grandi produzioni e i supermercati.

GIusto.

Ma sappiate che in natura grandi estensioni di una sola pianta, non esistono.
Se mettete insieme grandi quantità di una stessa pianta le radici affonderanno tutte alla stessa profondità, consumeranno tutte la stessa sostanza esaurendola rapidamente, attrarranno lo stesso predatore che farà un’ecatombe, le piante prenderanno una malattia in grado di attaccare tutte le altre, svilupperanno squilibri e patogeni in grado di distruggere tutta la popolazione vegetale presente.

In natura funziona in maniera molto diversa.

Si mischiano sempre specie e sottospecie diverse, di famiglie diverse. Le radici affondano diversamente, gli essudati e le micorrizie delle une, sono il cibo o l’enzima catalizzatore delle altre, consumano sostanze diverse, a volte lo scarto altrui, alcune sono produttrici di azoto, altre forti consumatrici, attraggono insetti antagonisti del predatore di quella a fianco, non prendono le stesse malattie, tengono il terreno in equlibrio: si aiutano, si fanno ombra, si scambiano una messaggistica molto ricca soprattutto sottoterra per via elettromagnetica a base fungina. I permacultori questo lo sanno bene e utilizzano infatti le consociazioni.

Piante diverse maturano però in tempi diversi, la raccolta di specie diverse mischiate a piante non commestibili, o a “semplici ” fiori, sarebbero un incubo per l’agricoltura industriale meccanizzata che deve portare centinaia di tonnellate di quell’ortaggio, tutte insieme, tutte uguali, raccogliendole tutte nello stesso momento, spendendo pochissimo….senza avere piante malate.

E allora ?

E allora si fa un uso intensivo di “trattamenti”.
Si usano quantità industriali di “fitosanitari”.

Grazioso eufemismo perché dire “si riempe di veleno prima il campo e poi gli ortaggi”, pareva brutto.

Però è proprio così.
Per pomodori e fragole, per esempio, si usa la Cloropicrina.
Che dopo, in aria, degrada nel Fosgene, un gas usato nella guerra chimica, proibito dalla convenzione di Ginevra, in quanto letale.
Si sparge una quantità incredibile di veleno sul terreno prima della semina. Così muore tutto. Patogeni, insetti, micorrizie, batteri amici, nemici, insetti, api,coccinelle, uccelli che se li mangiano, ecc.
Poi si semina, o si mettono a dimora le piantine, poi si sparge un’altra volta la Cloropicrina per evitare micosi, muffe, parassiti, ecc.

E noi ci mangiamo una bella coppa di fragole, tutte grosse, tutte rosse, tutte belle….tutte uguali….

—————————————-———-

“Un domani i nostri nipoti guarderanno a questa era oscura, e si chiederanno come sia stato possibile che si ritenesse una buona idea cospargere di veleno la terra e il cibo”.

—————————————-———–

Le cose stanno cambiando. Mercatini Bio, filiere corte, piccole produzioni e autoproduzioni e GAS, stanno crescendo ovunque.

In Italia, soprattutto al Centro e al Sud, c’è ancora la possibilità di avere contatti diretti con chi produce cibo buono.

Costa di più alla fonte, ma calcolando che si salta il passaggio commerciale, alla fine costa uguale, il sapore non è paragonabile,
salvate il pianeta, voi stessi, e i vostri figli.

Quando invece comprate alla grande distribuzione finanziate camorra, caporalato e l’avvelenamento vostro e del pianeta.

Agite di conseguenza.

Le chiacchiere, come sempre, stanno a zero.

I bambini mettono tutto in bocca

foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
I bambini mettono tutto in bocca (2)

Perché ?

Perché il loro mezzo di acquisizione di informazioni chimiche sull’ambiente, è situato lì.
IL laboratorio che si mette in moto in quel momento è strabiliante, alla luce anche solo delle limitate conclusioni che hanno avuto i nostri studi a riguardo.
L’ambiente viene analizzato chimicamente e batteriologicamente, di questi evidenze viene informato tutto il corpo tramite una catena comunicativa che farebbe impallidire internet.
Tutto viene memorizzato come pericoloso, positivo, simbionte o neutro e messo a confronto con le librerie dati già presenti nel Dna le quali in funzione bidirezionale fanno sia da dato di confronto e verifica ma vengono anche aggiornate in tempo reale con le nuove emergenze. Intestino, cuore e cervello, anche se le sinapsi nel bambino non sono ancora ottimali perché in via di formazione, sono collegate da sistemi ad altissima banda passante.
Undici milioni di volte più potente, sembra, della banda necessaria a “gestire” il nostro dialogo interiore” che sembra essere di soli 40 byte secondo.
Anche il cuore, che ha cominciato a battere prima che esistesse il cervello, e quindi si è dovuto munire di un piccolo cervello per conto suo, composto da 40.000 neuroni ad hoc, riceve tutte le informazioni dalla bocca, e dall’intestino.
A sua volta comunica con il cervello tramite sistemi in banda elettromagnetica, una vera rete wiFi che percorre le gaine che contengono i muscoli, la cosiddetta connettiva, ma non solo. IL cuore emana delle macromolecole, molecole molto grosse e capaci, veri autotreni molecolari, carichi di hard disk, per così dire, che fanno il giro del corpo, scaricando masse di dati presso i centri periferici , cioè le altre molecole grosse in giro, e raccogliendo dati, facendo una specie di upload periferico, un inventario molecolare esteso della provincia del corpo, riportando indietro i dati. Queste molecole sono i peptidi. Polipeptidi, Neuropeptidi, ecc.ecc.
IL sistema del bambino è ancora in costruzione, in fase di inizializzazione, e mancano parecchi dati. Il mondo, tra l’altro, potrebbe esser cambiato nel frattempo, allora arriva il nutriente sia proteinico che zuccherino, cioè energetico, ma anche informativo, che il latte materno, di cui una parte, il colostro, è davvero la forma liquida di una ssd, di una memoria solida. Li c’è scritto cosa sa il sistema immunitario della madre, che vive da più tempo, esperisce con ben altro impatto passivo nell’ambiente, ne sa molto di più: mangia di tutto, – - le voglie sono forse le richieste istantanee del sistema che in una zona ha un buco cognitivo da colmare- respira, VEDE, luce, odori. Il tutto è trasformato in informazione preziosa ma non nociva, infilato nel latte e “scaricato ” nella memorietta nascente…..
I risultati di questo immenso lavoro di cui ho detto ben poco, essendo superficiale la mia preparazione e non completa neanche la scienza umana nel suo insieme a riguardo, il tutto vien comunicato dicevo, , in forma “ufficiale e compiuta, al ministero della difesa, che deve sapere del nemico: numero dei soldati, armi, tipologia delle armi, intenzioni, aggressività, strategia, ricorrenze storiche, nomi e caratteristiche dei capi e dei generali, segni distintivi e parole d’ordine del nemico potenziale, ma anche degli amici, di tutte le sostanze amiche, utili, nel passato e nel futuro, con numeri di incidenza statistica….e approcci fattibili dai propri recettori, molecola per molecola….

Questo ministero della difesa si chiama “sistema immunitario”.

Privare i bambini del gioco per terra, delle croste sulle ginocchia e sulle mani, della zozzeria e del fango, del mocciolo e delle caccolette, delle feritine, significa far crescere questo sistema in un ambiente cieco, buio, falso, che nulla adduce come informazione al sistema di difesa che dovrebbe approntarsi….

Inutile citare la probabile inefficienza di un esercito che dopo una preparazione così deficitaria, dovesse in futuro confrontarsi con minacce a quel punto sconosciute, c’è dell’altro….

Il sistema nella sua storicità non ammette che non ci siano minacce:non è mai accaduto….
La mancanza di informazioni a riguardo viene addebitata alla fallacia dei sistemi di misurazione di pericolosità adottata dalle vedette.
Questi misuratori allora subiscono ritarature verso la massima sensibilità. Il gain viene alzato a manetta, direbbe un tecnico audio….
Infine vien preso per nemico e giustiziato qualche messaggero interno, qualche porta ordini, qualche soldato accusato di fare la spia o di non aver trovato tracce del nemico.
In termini tecnici, il rumore, a forza di alzare il gain, vien preso per segnale….

Ecco le malattie autoimmuni, le intolleranze, le allergie e forse anche i tumori, in costante, incontrollabile, inarrestabile aumento.

Questo sapevo, questo vi ho detto.

La bibliografia che posso addurre è in foto.

LA passata di pomodoro

La passata di pomodori.

Se ne analizzo cento solo per risparmiare, attraversare la città per prenderne in offerta 24 barattoli che poi vengono dalla Cina, ho fatto un’operazione idiota, invece, se analizzo il prezzo e scopro che lo schiavizzare gli immigrati per dar loro 22,5 euro al giorno, invece dei 45 che dovrei dare a un lavoratore “regolare” mi incide per 0,5 centesimi al kilo nel primo caso, e un centesimo nel secondo, e scopro che il produttore prende l’8 centesimi al kilo, per metterci i pomodori, e la distribuzione 53, allora mi viene in mente che pensare un nuovo sistema sia fondamentale e urgente.

Un sistema dove vadano 70 euro al giorno ai raccoglitori, per sette ore, vada il 30% a chi mette i pomodori e il 25% al supermercato, al netto dei trasporti……Ora la bottiglia di vetro viene pagata più dei pomodori……

” Ma allora prenderebbero i pomodori dalla Cina…”

Una legge dovrebbe stabilire, inequivocabilmente che l’origine sia specificata, specificato anche il carattere, altezza del carattere : un centimetro.
“Pelati provenienti dalla CINA”.

Poi, c’è anche il diritto al suicidio, per carità….

Ma che sei un dottore tu ?

“Ma che sei un dottore tu ?
Sei un immunologo ?
No. E allora perché parli di vaccini ?”

Con questo presupposto, di politica dovrebbero parlare solo i politici, di religione i preti, di guerra i soldati, di petrolio i petrolieri, di omicidi gli assassini, della morte dovrebbero parlare i morti….

Non sono uno specialista laureato in biologia molecolare né immunologo. Non sono in grado quindi di fare uno striscio di laboratorio, né di leggerlo.Tanto meno di fare una preparazione chimica, né di dosarla. Infatti non faccio nulla di tutto ciò.

Sono un tuttologo. Con tutta l’accezione negativa possibile su questo termine. Essere “tuttologi”, uso autoironicamente questo termine, presenta pochissimi pregi.
Uno di questi è la possibilità di incasellare le nozioni in un un campo vasto, cogliendone, se non si è molto stupidi, le correlazioni con disciplline adiacenti, non sovrapponibili, ma con molti punti “logici” in comune. La visione olistica che è nata in me da molti anni, mi ha mostrato nel tempo molti punti in comune ineludibili addirittura tra la meccanica fine, la biologia, la politica, la selezione naturale e l’etologia e l’antropologia quindi. La criminalità organizzata. La quantistica.
L’agricoltura biologica e sinergica, la resilienza.
Alcune logiche, luminose, sono trasversali a tutte questa scienze o branche del sapere. TUTTI, ripeto TUTTI gli ultimi 30 libri che ho letto, pur avendo autori, temi, logiche, nazioni di edizione e lingua madre, caratura e finalità diversissime, dicono , in fondo in fondo, la stessa cosa che, riferita ai vaccini, può esser sintetizzata così: Il sistema fisiologico umano, ma anche una singola cellula, e ne abbiamo circa 32 mila miliardi, è di una complessità sbalorditiva. Ogni volta che scopriamo una cosa, e siamo bravi, si allunga l’oceano a vista di quelle che neanche intuivamo. La quantistica ha ribaltato molti assiomi, e , applicata alla fisiologia, ci dimostra a maggio ragione, che tutto è collegato con tutto, così un cardiologo che si soffermasse solo sul cuore per risolvere i problemi del cuore, avrebbe zero possibilità di successo sul medio termine, se non tenesse conto del fatto che tra cuore, intestino, cervello, e sistema immunitario, è talmente vasto il sistema di informazioni passante, sia in banda digitale elettromagnetica che chimica tramite i peptidi, che analizzare l’uno, senza guardare l’altro, è come sperare di vincere a scacchi concentrandoci solo su una pedina.
Questo era solo un esempio.
Solo un endocrinopsicoenterocardioenergegenetologo ha speranza di guarire chicchessia. Per gli altri l’unica speranza che non riescano a interferire più di tanto con i sistemi di autoguarigione che il corpo presenta di suo. In pratica se non si tiene conto del sistema integrato mente-corpo-anima che il soggetto davvero è, si sta curando il nulla. Si sta eliminando il sintomo, ignorando la causa…. Con estrema rarità la medicina allopatica, tradizionale e meccanicistica purtroppo esce da questo vicolo cieco. Il tutto aggravato enormemente dal fatto che l’industria farmaceutica presenta verso di noi un clamoroso conflitto di interessi:
guadagna se stiamo male….smette di guadagnare si guariamo….

Essendo da curare l’insieme mente-corpo-anima, ne deriva che, ovviamente siamo diversissimi l’uno dall’altro. Per mille e uno motivi, biologici, ereditari, ambientali, genetici, caratteriali, psichici e fisici. Un bambino che nasce è un prodigio di cui, in realtà sappiamo nulla. Tenete presente che tutti i laboratori del pianeta: Harward, Mit, UNICAL, o Cern non sono in grado di creare nulla. Neanche una piantina di tagete. Un bambino che nasce è il riassunto di circa 2 miliardi di vita sul pianeta. Un download scaricato, ricaricato e inizializzato e riattivato in nove mesi. In cui questa spropositata quantità di informazioni verrà riattivata da cosa ? Qual’è lo start di questa prodigiosa riattivazione chiamata “vita” ? tutto ciò sarà contenuto PER INTERO in ognuna delle 32 mila miliardi di cellule. Di tutta questa memoria, che abbiamo chiamato genoma, dopo aver usato centinaia di migliaia di computer parallelati abbiamo decodificato il 3%, il resto, che non abbiamo capito a cosa serve, l’abbiamo chiamato Junk DNA. DNA spazzatura…. ———————–
Arriva un Burioni e mi dice che questa creazione non va bene. La natura ha sbagliato qualcosa, il tutto è imperfetto, c’è un bug, secondo lui…e allora, in questa macchina di complessità inimmaginabile, mentre ancora sta facendo l’inizializzazione, e compare un “WAITE” di alert sul display, in questa fase in cui è utile solo il colostro della madre che gli fa da protesi conoscitiva sull’ambiente pregresso e circostante e da integratore pro tempore dell’ immunosistema, a questo prodigio a noi sconosciuto, Burioni consiglia di iniettare un po’ di veleni: mercurio, formaldeide, feti frullati, cervelli di scimmia, alluminio. “Ve li vendo io, si,ci guadagno miliardi, si, ho corrotto con milioni dottori, ministri, sottosegretari di governo in tutto il mondo, ma è per il bene del bambino…….”.

Quindi…no,non sono un immunologo, ma neanche un idiota o un criminale. Chi inietta queste sostanze al proprio figlio, senza neanche essersi informato, è sia l’uno , che l’altro

Ma non voglio condizionarVi.

VaccinateVi.
Voi.

Liberismo

Cos’è il LIberismo ?

Credere che il capitalismo, lasciato libero, senza confini, produca ricchezza un po’ per tutti..
La Patria del Liberismo sono gli USA.

Risultato ?

Sei americani posseggono quanto la metà povera del pianeta.
Sei americani su dieci posseggono NULLA.

Razzismo

foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
Il razzismo esiste eccome.

Il razzismo di chi chiede sacrifici, ma gronda privilegi.
Il razzismo di chi ha una clinica sempre pronta per lui, ma taglia gli ospedali.
Il razzismo di chi ha la pensione da diecimila euro, ma propone austerità.
Il razzismo di chi accusa gli altri di esser razzisti, dalla villa sul mare.
Il razzismo di chi un bus notturno non sa proprio cos’è.

Ma c’è anche il razzismo di chi ha pochissimo, e ha paura di perderlo.
Il razzismo dei penultimi, contro gli ultimi.
Il razzismo di coloro che hanno il terrore di sentire l’odore della miseria, che ricorda che potrebbe afferrare anche loro.

Il colore della pelle non c’entra nulla.

Una modella nera, o un cestista, o un jazzista, o un centometrista, o un calciatore, non sono neri.
Withney Houston, o Carl Lewis, o Bolton, o Pelè, o Morgan Freeman, Sammy Davis non sono neri.

Sono belli, vincenti, bravi e ricchi.
Non ci fanno paura per niente. Anzi, li amiamo.
A noi fa paura la miseria. La odiamo.

Mentre la miseria lontana ci ispira belle parole e grandi progetti, quella vicina non la vogliamo, ci fa sentire in colpa.
E ci fa paura: potrebbe afferrarci.
Potrebbe ricordarsi di noi…

NO. A noi fanno paura i poveri.

Odiamo la miseria, ma invece di prendercela con chi la provoca, ce la prendiamo con chi la subisce.

Invece,

Per non vedere poveri, bisogna eliminare i ricchi.

Il caso e la necessità…

"Sono passati trent'anni da quando lessi "Il caso e la necessità" di Jack Monod.<br />
MI piacque, stupì e rattristò.<br />
Ora credo che che il succo del libro fosse basicamente errato. </p>
<p>Se trovassimo un complesso orologio rattrappante portoghese con lunario, nel terreno, non ci verrebbe mai in mente che quegli atomi si siano, a forza di sbattimenti casuali, organizzati da soli in un meccanismo infine complesso e plurifunzionante.<br />
Come possiamo allora porre il caso come mastro d'opera in presenza di risultati estremamente più complessi e articolati, come una quercia, un girasole, un delfino, o una sola singola cellula ?</p>
<p>Non il caso quindi, ma una una sublime intelligenza regola ogni relazione, ogni respiro, battito d'ala o galassia.<br />
Sublime intelligenza di cui noi siamo immemore porzione; minuscola ma rilevante.</p>
<p>La felicità ? Ricordarselo, e agire di conseguenza."

Sono passati trent’anni da quando lessi “Il caso e la necessità” di Jack Monod.
MI piacque, stupì e rattristò.
Ora credo che che il succo del libro fosse basicamente errato.

Se trovassimo un complesso orologio rattrappante portoghese con lunario, nel terreno, non ci verrebbe mai in mente che quegli atomi si siano, a forza di sbattimenti casuali, organizzati da soli in un meccanismo infine complesso e plurifunzionante.
Come possiamo allora porre il caso come mastro d’opera in presenza di risultati estremamente più complessi e articolati, come una quercia, un girasole, un delfino, o una sola singola cellula ?

Non il caso quindi, ma una una sublime intelligenza regola ogni relazione, ogni respiro, battito d’ala o galassia.
Sublime intelligenza di cui noi siamo immemore porzione; minuscola ma rilevante.

La felicità ? Ricordarselo, e agire di conseguenza.

VaccinateVi

foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
Vaccinate i vostri figli, ma……..lo sapete che l’immunità generata dal vaccino del morbillo dura solo pochi anni, mentre quella derivata dall’acquisizione della malattia vera e propria, dura a vita?
Lo sapete che l’immunità da virus naturale genera anticorpi veri che possono essere passati dalla mamma ai figli tramite allattamento, mentre gli anticorpi farlocchi da vaccino, non vengono trasmessi in alcun modo?
(fonte OMS e PUBMED)

Lo sapete che da foglietti illustrativi, i bambini vaccinati con MPR devono stare 6 settimane assolutamente lontani da qualsiasi soggetto debole, o donne gravide, poiché portatori del virus vivo e che devono stare lontano da tutti i bambini non ancora vaccinati?
Perché questo decreto non prevede la quarantena per i bambini vaccinati?
SecondoVoi, è una questione trascurabile?)
(Fonte dati Infanrix Hexa, Varivax, CDC – DFA, Pubmed, JAMA e OMS)

Vi siete mai chiesti come mai, esistono sentenze in Italia che certificano danni da vaccino, autismo compreso, da 20 anni a questa parte?

Vi siete mai chiesti, come mai, AIFA abbia dovuto rilasciare i dati sulle reazioni avverse solo a seguito di un esposto al tribunale di Torino da parte del CODACONS, poiché tali dati che dovevano essere pubblici, sono stati nascosti per anni?

Vi siete mai chiesti come mai, tali dati, hanno sbugiardato Villani, Ricciardi, Piero Angela, Burioni e tutti i soldati del ministro che hanno affermato, con fare ossessivo, che le reazioni avverse erano 1 su 2 milioni, quando AIFA le porta a 21.500 circa in tre anni?

No.

Non ve lo siete chiesti, non lo sapete.

Iniettate delle cose ai vostri figli , senza sapere cosa sono.
Fidandovi di chi ci guadagna miliardi, di chi paga milioni ai dottori per consigliarveli.
Aziende che sono state condannate in tutto il mondo per aver dato tangenti ai politici per rendere obbligatori i vaccini.
Aziende che, se vostro figlio non starà MAi più bene, ci guadagneranno.

http://www.ilgiornale.it/news/milano/premi-denaro-ai-medici-che-fanno-pi-vaccinazioni-958773.html

Razzismo

L’italiano mediamente non è razzista.

Decine di notizie al giorno su crimini degli immigrati hanno lo scopo di farci diventare razzisti.

I continui episodi spacciati per razzismo vogliono convincerci che lo siamo già.

Loro, sopra, ridono……