Category Archives: Attualità

Cacao crudo

Il mio amico Daniele ha fatto un video durante il viaggio annuale in Perù, tra produttori di cacao crudo.
Daniele importa il Cacao crudo Criollo, e produce a Palestrina un cioccolato ineguagliabile.
Ineguagliabile.

Quando si unisccono amore per la Terra e per la gente, l’amore per il bello e per il buono e la sapienza per interessarsi dell’uno e dell’altra e il risultato è buonissimo.

Guardate e sentite questo video, FINO ALLA FINE.
Emozionante e bellissimo.

Bravo Daniele.

Bravo , bravo, bravo.

Per coloro che invocano telecamere in ogni dove….

Per coloro che invocano telecamere in ogni dove….

Negli asili, davanti alle scuole, nelle strade, vicino ai secchioni dell’immondizia, davanti a casa loro la notte….negli ospedali e negli ospizi….in caserma…

Telecamere, chip sotto pelle, carte magnetiche, moneta elettronica, riconoscimenti facciali da camere e da droni, pass elettronici, localizzazioni automatizzate, il tutto confluito in “big data”, che ci trasformerà, a quel punto in un codice, che potrà essere, a piacimento del “potere” dichiarato “inattivo”.
Ignorato o catturato.

Non si apriranno più porte, non si attiverà un “pass”, niente soldi al bancomat, sbarre abbassate al telepass, segnalata presenza: “catturato”, alla prima disobbedienza, dissidenza, insolvenza.
Dare un potere così assoluto al “potere” è follia.

No. Meglio gli incidenti. Magari ti salvi…..

Il vostro mandato è: non trovare un punto di accordo».

Thomsen: «Dottoressa Velculescu, preferirei che lei
non tornasse ad Atene per continuare gli incontri con
il governo, in modo che la valutazione dei progressi
compiuti dalla Grecia nell’applicazione del programma
possa andare di rinvio in rinvio, sino a luglio».
Velculescu: «Ma questo ci porterebbe a…».
Thomsen: «Esattamente. Ha capito dove voglio arrivare,
dove dobbiamo arrivare. Se si segue il piano,
a luglio Atene si troverebbe senza soldi in cassa e dovrebbe
accettare ulteriori interventi draconiani».
Velculescu: «Ma se i greci spingessero con proposte
ragionevoli per arrivare a un accordo?».
Thomsen: «Niente accordo. Sono contrario a cedere
alle richieste del governo greco.
Il vostro mandato è: non trovare un punto di accordo».

Questa era l’intenzione “negoziale” dell’emissario del FMI, nei confronti della Grecia.

da “Colpo di Stato” di Tiziana Alterio e Franco Fracassi.

Una volta, in campagna, per la vendemmia, o per la trebbiatura, ci si riuniva tutti.

"Una volta, in campagna, per la vendemmia, o per la trebbiatura, ci si riuniva tutti.<br />
Vicini, paesani, amici, colleghi, e in dieci, venti o trenta, si faceva il lavoro, si festeggiava insieme, poi si disponeva un tavolo lungo come una tratta autostradale, pieno di tutto, e si mangiava e beveva festeggiando il raccolto e la fatica finita.</p>
<p>Se lo fai adesso, arrivano le camionette della finanza, degli ispettori del lavoro, addirittura alcuni sono stati filmati dagli elicotteri, MULTA di tremila euro cadauno....e denuncia penale...</p>
<p>Nulla a caso. </p>
<p>Tutto ciò che è gratuito, libero, associativo, comunitario significa LIBERTA', e deve essere abolito, secondo loro.<br />
Devi pagare tutto. </p>
<p>Ecco. </p>
<p>Queste sono le cose da eliminare subito. </p>
<p>Ci vediamo, lavoriamo, festeggiamo, ognuno ricambierà come sa e come può, e non ci rompete davvero i coglioni.</p>
<p>Non vi azzardate."

Una volta, in campagna, per la vendemmia, o per la trebbiatura, ci si riuniva tutti.
Vicini, paesani, amici, colleghi, e in dieci, venti o trenta, si faceva il lavoro, si festeggiava insieme, poi si disponeva un tavolo lungo come una tratta autostradale, pieno di tutto, e si mangiava e beveva festeggiando il raccolto e la fatica finita.

Se lo fai adesso, arrivano le camionette della finanza, degli ispettori del lavoro, addirittura alcuni sono stati filmati dagli elicotteri, MULTA di tremila euro cadauno….e denuncia penale…

Nulla a caso.

Tutto ciò che è gratuito, libero, associativo, comunitario significa LIBERTA’, e deve essere abolito, secondo loro.
Devi pagare tutto.

Ecco.

Queste sono le cose da eliminare subito.

Ci vediamo, lavoriamo, festeggiamo, ognuno ricambierà come sa e come può, e non ci rompete davvero i coglioni.

Non vi azzardate.

Possiamo tutto

foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
Possiamo tutto.
Come singoli e come comunità.

Il senso di impotenza è la prima cosa da evitare.

Abbiamo spessissimo le sensazioni contemporanee di non potere nulla e dello strapotere del nemico.
Le multinazionali che tutto possono e tutto posseggono.

In realtà possono fare esattamente SOLO quello che noi concediamo loro.

Guardate bene.

- Glifosato. Abbiamo strillato per anni. Niente. Il Canada mandava navi piene di grano tossico a Bari, e i pani e le paste del paese della dieta mediterranea erano fatte col grano tossico. Bariila sdegnosamente dichiarò che fare pasta buona “sarebbe costato troppo”. Le vendite gli sono andate a picco e ora non comprerà più grano canadese che si secca solo col Glifosato. Cancerogeno e interferente endocrino.
La produzione italiana di splendidi e buonissimi grani antichi cresce di anno in anno. Dal 30% ora siamo al 50 del fabbisogno nazionale. Puntiamo al 100%.

- Il trattato CEta col Canada che ci avrebbe costretto a importare e mangiare immondizia e a non fiatare se avessimo trovato in giro per il mondo il Parmesan del Quebec…. è stato cassato. Ci mangeremo il Parmigiano delle mie parti….

- Bio. Fino a qualche anno fa eravamo quattro scemi con la fissa del Bio. Ora non c’è supermercato che non abbia scaffali Bio per pasta, farine, miele,olio anche detersivi. Alcuni farlocchi, alcuni seri, ma intanto si comincia a ragionare.

- Filiera Corta. Una volta la filiera era tutta corta- eravamo tuatti contadini o quasi ma nel dopoguerra ci hanno convinto a mangiare all’americana cibi che tali non sono, colorati e con pubblicità dove tutti ridono …. mars, sprizz, air, kinder, snatch, pringels, crik crok, e nessuno sapeva più come fare una zucchina ripiena o uno sformato come cristo comanda. LE cose stanno ricambiando alla svelta e tantissimi finalmente si reinteressano a cosa mandano giù….mercatini contadini e Gruppi di acquisto solidali sono ovunque.

Vino. L’italia era un mega produttore di quantità industriali di vino orribile. A parte Toscana e Piemonte, e piccole realtà qui e la, si producevano vini pessimi in Veneto, Lombardia, Emilia, Marche, Abruzzo, Lazio, Puglia, Sicilia e Sardegna. Qui c’è stata proprio una rivoluzione. La qualità è schizzata su e ora le produzioni di qualità bassissima sono davvero una minima parte e le eccellenze una vastità. Superata la Francia che ci aveva fatto scuola, non abbiamo ora paragoni di sorta al mondo.

Anche le eburnee e inavvicinabili torri della grande distribuzione si sono piegate alla consapevolezza diffusa.

Sempre per prenderci in giro ma anche Carrefour, colosso mondiale da 90 miliardi di fatturato propaganda solo Bio, filiera corta, frutta e verdure di stagione, niente pesticidi.
Monsanto ha dovuto cambiar nome e intere nazioni hanno bandito Ogm e veleni….

Insomma a volte ci guardiamo intorno basiti dalla apparente demenza vincente. Ci sentiamo sconfitti.

Dopo averle tentate tutte, come nello strenuo tentativo di spostare un mobile dal peso inusitato, vedendo che non si è mosso di un millimetro, ci accasciamo affranti su una sedia, viso basso, capo tra le mani.
Guardando a terra.

E allora vediamo che il piede del mobile invece, si è mosso.

Di poco.

Ma si è mosso.

Anzi, Neanche di pochissimo.

Forza.
Spingiamo.
Ognuno per quel che può, ognuno per quel che sa.

Sta a noi. Tutti.
Sta a te.

I giudici della Corte Costituzionale

"I deputati hanno fatto ricorso contro il taglio ai vitalizi.<br />
Ma anche i giudici della corte costituzionale non ci vanno leggeri.<br />
Vado a memoria: un paio d'anni fa furono sottoposti a "contratto di solidarietà", cioè taglio del 5% di stipendio. </p>
<p>Sapete quanto guadagna un giudice della corte costituzionale ?<br />
Ve lo dico io. 1505 euro al giorno.<br />
E vanno in pensione con 25000 euro/mese.<br />
Lavorano un giorno a settimana e hanno auto e autista.<br />
Insomma, sarebbero rimasti con miseri 1430 euro al giorno.</p>
<p>Ebbene: hanno fatto ricorso, hanno vinto, è toccato ridar loro i 70 euro con gli interessi.<br />
"Il loro - disse la sentenza - era un diritto acquisito". </p>
<p>Locuzione che stranamente si applica sempre e solo ai loro diritti, mai al lavoro , alla casa, e alla salute che invece la Costituzione che LORO dovrebbero difendere ingiunge allo Stato di garantire a tutti.<br />
Quella Corte Costituzionale che ci dice ORA che il job acts era incostituzionale.<br />
Quella Corte Costituzionale che ci ha detto l'anno scorso che il Porcellum, legge creatrice di tutti i governi precedenti, era incostituzionale.<br />
Quella Corte Costituzionale che non apre bocca quando Napolitano prima e Mattarella poi, invocano di non seguire le "narrazioni sovraniste" tradendo addirittura l'art. 1 della stessa Costituzione che afferma il "Popolo essere Sovrano". </p>
<p>Si.</p>
<p>Fosse per me la Majella sarebbe affollata di gente con pala e piccone, ma anche di gente con scopa e paletta sarebbero piena Tamburi o Bagnoli, e di gente col badile pullulerebbe la terra dei fuochi da ripulire.</p>
<p>Eccome.</p>
<p>Stupratori di persone, di nazioni, di beni pubblici, di Costituzione, tutti a ripulire, a ripagare. </p>
<p>"Non si acquisiscono solo diritti, ma anche doveri".<br />
"Traditi i primi, ora a voi rimangono i secondi".</p>
<p>Questo direi loro, dando loro una mano.</p>
<p>Attraverso le sbarre."

I deputati hanno fatto ricorso contro il taglio ai vitalizi.
Ma anche i giudici della corte costituzionale non ci vanno leggeri.
Vado a memoria: un paio d’anni fa furono sottoposti a “contratto di solidarietà”, cioè taglio del 5% di stipendio.

Sapete quanto guadagna un giudice della corte costituzionale ?
Ve lo dico io. 1505 euro al giorno.
E vanno in pensione con 25000 euro/mese.
Lavorano un giorno a settimana e hanno auto e autista.
Insomma, sarebbero rimasti con miseri 1430 euro al giorno.

Ebbene: hanno fatto ricorso, hanno vinto, è toccato ridar loro i 70 euro con gli interessi.
“Il loro – disse la sentenza – era un diritto acquisito”.

Locuzione che stranamente si applica sempre e solo ai loro diritti, mai al lavoro , alla casa, e alla salute che invece la Costituzione che LORO dovrebbero difendere ingiunge allo Stato di garantire a tutti.
Quella Corte Costituzionale che ci dice ORA che il job acts era incostituzionale.
Quella Corte Costituzionale che ci ha detto l’anno scorso che il Porcellum, legge creatrice di tutti i governi precedenti, era incostituzionale.
Quella Corte Costituzionale che non apre bocca quando Napolitano prima e Mattarella poi, invocano di non seguire le “narrazioni sovraniste” tradendo addirittura l’art. 1 della stessa Costituzione che afferma il “Popolo essere Sovrano”.

Si.

Fosse per me la Majella sarebbe affollata di gente con pala e piccone, ma anche di gente con scopa e paletta sarebbero piena Tamburi o Bagnoli, e di gente col badile pullulerebbe la terra dei fuochi da ripulire.

Eccome.

Stupratori di persone, di nazioni, di beni pubblici, di Costituzione, tutti a ripulire, a ripagare.

“Non si acquisiscono solo diritti, ma anche doveri”.
“Traditi i primi, ora a voi rimangono i secondi”.

Questo direi loro, dando loro una mano.

Attraverso le sbarre.

Jeff & Walton

Jeff Bezos l’anno scorso ha guadagnato 250 milioni al giorno, ed è già l’uomo più ricco del mondo, con circa 143 miliardi di dollari.
Amazon ha agevolazioni fiscali fortissime.
I dipendenti, i magazzinieri e i fattorini di Amazon però riescono a mangiare solo in virtù di buoni pasto forniti dalle amministrazioni Usa, e pagate dai contribuenti.

I cinque fratelli Walton, sono tutti e cinque tra i quindici più ricchi del mondo ma il milione e mezzo di lavoratori dei loro supermercati walmart mendicano alla cassa dei supermercati e alcuni sono senza casa e senza assistenza medica, alcuni non riescono a procurarsi il pranzo o rubano il cibo ai compagni.

Questo è l’apice del capitalismo.

In un sistema che premia la predatorietà e l’avidità, più in alto di tutti arriva il predatore più rapace e più avido.
Costui diventa talmente ricco da riuscire a condizionare pesantemente prima, e sostituirsi poi, al potere politico, imponendo infine regole pro domo sua, atte al suo ulteriore arricchimento.
La sua ricchezza spropositata si trasforma in schiavitù diffusa.

Il compito della Politica, e della fiscalità in particolare, che era difendere il debole dal troppo ricco, diventa l’arma tramite cui il ricco opprime definitivamente i deboli e ne estrae ricchezza.

Senza risolvere questo, gli altri problemi della convivenza tra umani e della sopravvivenza stessa dell’umanità saranno impossibili da affrontare.

Vi sembra un manifesto socialista ?
Lo è.

Lo sono.

Il ponte Morandi

Crolla un ponte la cui pericolosità era stata sottolineata anche con mozioni in Senato. Quaranta vittime.
“Bisogna indagare” ingiunge il PD.
Su cosa ? Sugli applausi ai funerali.

Viene revocata la concessione alla società che doveva garantire la stabilità del ponte; la Consob ammonisce il Governo: “non turbare i mercati”.

“Ci dispiace di esser stati percepiti come “lontani “”, dice il rappresentante di Benetton, dalla grigliata di festa a Cortina, all’indomani della tragedia.

—————————————

Agire con rettitudine e fermezza serve a salvare la propria anima ma presenta anche l’irrinunciabile vantaggio di costringere chi si è legato a menzogna, a convolare con essa a pubbliche nozze.

Orban

Orban ha cacciato Soros e il fondo monetario internazionale.
Ha restituito in anticipo l’ultima tranche di un prestito e ha specificato:”non ci serve nulla”, pretendendo la chiusura degli uffici di Fmi e Soros a Budapest.

Sotto il profilo della produzione, le costruzioni sono aumentate del 32%, l’industria del 3,9%, i servizi del 3,3% e l’agricoltura del 9,0%.
Sotto il profilo della spesa, i consumi delle famiglie sono aumentati del 4,1%.
Gli investimenti fissi lordi sono cresciuti del 17%.
Le esportazioni sono cresciute dell’8,1% e le importazioni dell’11,3%,
Altra spinta alla crescita è venuta dai consumi, a loro volta sostenuti dall’aumento dei salari e dalla forte crescita del turismo. Accanto alla tradizionale industria automobilistica, il settore delle costruzioni e del turismo (fatturato +15,6%) sono stimati ad oggi i settori con più elevato livello di crescita per il 2018. Il tasso di disoccupazione è sceso sotto il 4%, mentre quello di occupazione è cresciuto dell’1,6%

Non ha aderito all’Euro.

Ora ha portato il Pil a +6%, ha diminuito le bollette di acqua luce, e stabilito una flat tax del 9%.
Per tutti.

L’oligarchia finanziaria Europea che ha privato la Grecia dei diritti umani essenziali, che ci ha imposto l’Euro , l’austerità, e l’aumento del poveri del 130%, padrona di tutti i media, lo chiama fascista.

Punto.