Category Archives: Fisiologia e salute

l’Amore

"Disse la vecchia guaritrice dell'anima:</p><br />
<p>Non fa male la schiena, fa male il carico.<br /><br />
Non fanno male gli occhi, fa male l'ingiustizia.<br /><br />
Non fa male la testa, fanno male i pensieri.</p><br />
<p>Non fa male la gola, fa male quello che non si esprime o si esprime con rabbia.<br /><br />
Non fa male lo stomaco, fa male quello che l'anima non digerisce.<br /><br />
Non fa male il fegato, fa male la rabbia.</p><br />
<p>Non fa male il cuore, fa male l'amore.</p><br />
<p>Ed è proprio lui, L’ amore stesso, che contiene la più potente medicina.</p><br />
<p>Ada Luz Marquez"
Disse la vecchia guaritrice dell’anima:Non fa male la schiena, fa male il carico.
Non fanno male gli occhi, fa male l’ingiustizia.
Non fa male la testa, fanno male i pensieri.

Non fa male la gola, fa male quello che non si esprime o si esprime con rabbia.
Non fa male lo stomaco, fa male quello che l’anima non digerisce.
Non fa male il fegato, fa male la rabbia.

Non fa male il cuore, fa male l’amore.

Ed è proprio lui, L’ amore stesso, che contiene la più potente medicina.

Ada Luz Marquez

Finché i tuoi Centri inferiori saranno bloccati,potrai solo parlare d’amore…

Finché i tuoi Centri inferiori saranno bloccati,potrai solo parlare d’amore…

Il lavoro sui centri inferiori e’ l’inizio di ogni percorso.
Non lo si può saltare è una tappa basilare.
Se il tuo corpo è teso e bloccato, in esso l’energia sarà poca e stagnante, come l’acqua di una palude.
Se il tuo centro emozionale è pieno di ferite irrisolte,creerà dei blocchi e delle “dighe”.
Se il tuo centro del potere non è stato nutrito correttamente, sarai pieno di rabbia e paure e questo lo porterà a contrarsi e chiudersi ulteriormente.
Con un sistema in queste condizioni, pensi che possa scorrerci energia e che abbia la forza di risalire verso il Cuore?
No,ovviamente no.
In più, spesso accade che un centro voglia fare il lavoro di un’altro, creando ovvi deliri e scompensi.
La mente non può fare il lavoro del corpo, le emozioni non possono fare il lavoro della mente ecc…o sarai inevitabilmente squilibrato e sconnesso .
Un giullare non può prendere il posto del Re…
Parti da dove ti trovi.
Osservati,accettati e inizia a creare sane e solide fondamenta.
Non puoi partire dalla costruzione del tetto o al primo soffio di vento, crollerai miseramente.
Pulisci e libera i tuoi Centri, curali,guarisci le tue ferite.
Dai ad ognuno i giusti compiti e il giusto nutrimento.
Osserva le tensioni e inizia a scioglierle.
Datti degli obiettivi e portali a termine.
Scova le dighe e la spazzatura che porti in te e inizia a ripulirti .
Respira nei tuoi Centri e nutrili.
Solo così potrai permettere all’energia di fluire e salire verso il Cuore.
Solo allora potrai iniziare a sentire e Essere Amore.
Finché non giungerai li,potrai solo parlare, teorizzare e blaterare sull’amore.
Non lo potrai condividere, perché puoi condividere solo ciò che sei e possiedi.
Lo pretenderai dagli altri,come un parassita.
Fermati,osservati con sincerità e se puoi agisci,qui e ora.
Non c’è tempo da perdere.
È un tuo dovere, verso te stesso e verso gli altri.

Con Amore

I bambini mettono tutto in bocca

foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
I bambini mettono tutto in bocca (2)

Perché ?

Perché il loro mezzo di acquisizione di informazioni chimiche sull’ambiente, è situato lì.
IL laboratorio che si mette in moto in quel momento è strabiliante, alla luce anche solo delle limitate conclusioni che hanno avuto i nostri studi a riguardo.
L’ambiente viene analizzato chimicamente e batteriologicamente, di questi evidenze viene informato tutto il corpo tramite una catena comunicativa che farebbe impallidire internet.
Tutto viene memorizzato come pericoloso, positivo, simbionte o neutro e messo a confronto con le librerie dati già presenti nel Dna le quali in funzione bidirezionale fanno sia da dato di confronto e verifica ma vengono anche aggiornate in tempo reale con le nuove emergenze. Intestino, cuore e cervello, anche se le sinapsi nel bambino non sono ancora ottimali perché in via di formazione, sono collegate da sistemi ad altissima banda passante.
Undici milioni di volte più potente, sembra, della banda necessaria a “gestire” il nostro dialogo interiore” che sembra essere di soli 40 byte secondo.
Anche il cuore, che ha cominciato a battere prima che esistesse il cervello, e quindi si è dovuto munire di un piccolo cervello per conto suo, composto da 40.000 neuroni ad hoc, riceve tutte le informazioni dalla bocca, e dall’intestino.
A sua volta comunica con il cervello tramite sistemi in banda elettromagnetica, una vera rete wiFi che percorre le gaine che contengono i muscoli, la cosiddetta connettiva, ma non solo. IL cuore emana delle macromolecole, molecole molto grosse e capaci, veri autotreni molecolari, carichi di hard disk, per così dire, che fanno il giro del corpo, scaricando masse di dati presso i centri periferici , cioè le altre molecole grosse in giro, e raccogliendo dati, facendo una specie di upload periferico, un inventario molecolare esteso della provincia del corpo, riportando indietro i dati. Queste molecole sono i peptidi. Polipeptidi, Neuropeptidi, ecc.ecc.
IL sistema del bambino è ancora in costruzione, in fase di inizializzazione, e mancano parecchi dati. Il mondo, tra l’altro, potrebbe esser cambiato nel frattempo, allora arriva il nutriente sia proteinico che zuccherino, cioè energetico, ma anche informativo, che il latte materno, di cui una parte, il colostro, è davvero la forma liquida di una ssd, di una memoria solida. Li c’è scritto cosa sa il sistema immunitario della madre, che vive da più tempo, esperisce con ben altro impatto passivo nell’ambiente, ne sa molto di più: mangia di tutto, – - le voglie sono forse le richieste istantanee del sistema che in una zona ha un buco cognitivo da colmare- respira, VEDE, luce, odori. Il tutto è trasformato in informazione preziosa ma non nociva, infilato nel latte e “scaricato ” nella memorietta nascente…..
I risultati di questo immenso lavoro di cui ho detto ben poco, essendo superficiale la mia preparazione e non completa neanche la scienza umana nel suo insieme a riguardo, il tutto vien comunicato dicevo, , in forma “ufficiale e compiuta, al ministero della difesa, che deve sapere del nemico: numero dei soldati, armi, tipologia delle armi, intenzioni, aggressività, strategia, ricorrenze storiche, nomi e caratteristiche dei capi e dei generali, segni distintivi e parole d’ordine del nemico potenziale, ma anche degli amici, di tutte le sostanze amiche, utili, nel passato e nel futuro, con numeri di incidenza statistica….e approcci fattibili dai propri recettori, molecola per molecola….

Questo ministero della difesa si chiama “sistema immunitario”.

Privare i bambini del gioco per terra, delle croste sulle ginocchia e sulle mani, della zozzeria e del fango, del mocciolo e delle caccolette, delle feritine, significa far crescere questo sistema in un ambiente cieco, buio, falso, che nulla adduce come informazione al sistema di difesa che dovrebbe approntarsi….

Inutile citare la probabile inefficienza di un esercito che dopo una preparazione così deficitaria, dovesse in futuro confrontarsi con minacce a quel punto sconosciute, c’è dell’altro….

Il sistema nella sua storicità non ammette che non ci siano minacce:non è mai accaduto….
La mancanza di informazioni a riguardo viene addebitata alla fallacia dei sistemi di misurazione di pericolosità adottata dalle vedette.
Questi misuratori allora subiscono ritarature verso la massima sensibilità. Il gain viene alzato a manetta, direbbe un tecnico audio….
Infine vien preso per nemico e giustiziato qualche messaggero interno, qualche porta ordini, qualche soldato accusato di fare la spia o di non aver trovato tracce del nemico.
In termini tecnici, il rumore, a forza di alzare il gain, vien preso per segnale….

Ecco le malattie autoimmuni, le intolleranze, le allergie e forse anche i tumori, in costante, incontrollabile, inarrestabile aumento.

Questo sapevo, questo vi ho detto.

La bibliografia che posso addurre è in foto.

Ma che sei un dottore tu ?

“Ma che sei un dottore tu ?
Sei un immunologo ?
No. E allora perché parli di vaccini ?”

Con questo presupposto, di politica dovrebbero parlare solo i politici, di religione i preti, di guerra i soldati, di petrolio i petrolieri, di omicidi gli assassini, della morte dovrebbero parlare i morti….

Non sono uno specialista laureato in biologia molecolare né immunologo. Non sono in grado quindi di fare uno striscio di laboratorio, né di leggerlo.Tanto meno di fare una preparazione chimica, né di dosarla. Infatti non faccio nulla di tutto ciò.

Sono un tuttologo. Con tutta l’accezione negativa possibile su questo termine. Essere “tuttologi”, uso autoironicamente questo termine, presenta pochissimi pregi.
Uno di questi è la possibilità di incasellare le nozioni in un un campo vasto, cogliendone, se non si è molto stupidi, le correlazioni con disciplline adiacenti, non sovrapponibili, ma con molti punti “logici” in comune. La visione olistica che è nata in me da molti anni, mi ha mostrato nel tempo molti punti in comune ineludibili addirittura tra la meccanica fine, la biologia, la politica, la selezione naturale e l’etologia e l’antropologia quindi. La criminalità organizzata. La quantistica.
L’agricoltura biologica e sinergica, la resilienza.
Alcune logiche, luminose, sono trasversali a tutte questa scienze o branche del sapere. TUTTI, ripeto TUTTI gli ultimi 30 libri che ho letto, pur avendo autori, temi, logiche, nazioni di edizione e lingua madre, caratura e finalità diversissime, dicono , in fondo in fondo, la stessa cosa che, riferita ai vaccini, può esser sintetizzata così: Il sistema fisiologico umano, ma anche una singola cellula, e ne abbiamo circa 32 mila miliardi, è di una complessità sbalorditiva. Ogni volta che scopriamo una cosa, e siamo bravi, si allunga l’oceano a vista di quelle che neanche intuivamo. La quantistica ha ribaltato molti assiomi, e , applicata alla fisiologia, ci dimostra a maggio ragione, che tutto è collegato con tutto, così un cardiologo che si soffermasse solo sul cuore per risolvere i problemi del cuore, avrebbe zero possibilità di successo sul medio termine, se non tenesse conto del fatto che tra cuore, intestino, cervello, e sistema immunitario, è talmente vasto il sistema di informazioni passante, sia in banda digitale elettromagnetica che chimica tramite i peptidi, che analizzare l’uno, senza guardare l’altro, è come sperare di vincere a scacchi concentrandoci solo su una pedina.
Questo era solo un esempio.
Solo un endocrinopsicoenterocardioenergegenetologo ha speranza di guarire chicchessia. Per gli altri l’unica speranza che non riescano a interferire più di tanto con i sistemi di autoguarigione che il corpo presenta di suo. In pratica se non si tiene conto del sistema integrato mente-corpo-anima che il soggetto davvero è, si sta curando il nulla. Si sta eliminando il sintomo, ignorando la causa…. Con estrema rarità la medicina allopatica, tradizionale e meccanicistica purtroppo esce da questo vicolo cieco. Il tutto aggravato enormemente dal fatto che l’industria farmaceutica presenta verso di noi un clamoroso conflitto di interessi:
guadagna se stiamo male….smette di guadagnare si guariamo….

Essendo da curare l’insieme mente-corpo-anima, ne deriva che, ovviamente siamo diversissimi l’uno dall’altro. Per mille e uno motivi, biologici, ereditari, ambientali, genetici, caratteriali, psichici e fisici. Un bambino che nasce è un prodigio di cui, in realtà sappiamo nulla. Tenete presente che tutti i laboratori del pianeta: Harward, Mit, UNICAL, o Cern non sono in grado di creare nulla. Neanche una piantina di tagete. Un bambino che nasce è il riassunto di circa 2 miliardi di vita sul pianeta. Un download scaricato, ricaricato e inizializzato e riattivato in nove mesi. In cui questa spropositata quantità di informazioni verrà riattivata da cosa ? Qual’è lo start di questa prodigiosa riattivazione chiamata “vita” ? tutto ciò sarà contenuto PER INTERO in ognuna delle 32 mila miliardi di cellule. Di tutta questa memoria, che abbiamo chiamato genoma, dopo aver usato centinaia di migliaia di computer parallelati abbiamo decodificato il 3%, il resto, che non abbiamo capito a cosa serve, l’abbiamo chiamato Junk DNA. DNA spazzatura…. ———————–
Arriva un Burioni e mi dice che questa creazione non va bene. La natura ha sbagliato qualcosa, il tutto è imperfetto, c’è un bug, secondo lui…e allora, in questa macchina di complessità inimmaginabile, mentre ancora sta facendo l’inizializzazione, e compare un “WAITE” di alert sul display, in questa fase in cui è utile solo il colostro della madre che gli fa da protesi conoscitiva sull’ambiente pregresso e circostante e da integratore pro tempore dell’ immunosistema, a questo prodigio a noi sconosciuto, Burioni consiglia di iniettare un po’ di veleni: mercurio, formaldeide, feti frullati, cervelli di scimmia, alluminio. “Ve li vendo io, si,ci guadagno miliardi, si, ho corrotto con milioni dottori, ministri, sottosegretari di governo in tutto il mondo, ma è per il bene del bambino…….”.

Quindi…no,non sono un immunologo, ma neanche un idiota o un criminale. Chi inietta queste sostanze al proprio figlio, senza neanche essersi informato, è sia l’uno , che l’altro

Ma non voglio condizionarVi.

VaccinateVi.
Voi.

VaccinateVi

foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
Vaccinate i vostri figli, ma……..lo sapete che l’immunità generata dal vaccino del morbillo dura solo pochi anni, mentre quella derivata dall’acquisizione della malattia vera e propria, dura a vita?
Lo sapete che l’immunità da virus naturale genera anticorpi veri che possono essere passati dalla mamma ai figli tramite allattamento, mentre gli anticorpi farlocchi da vaccino, non vengono trasmessi in alcun modo?
(fonte OMS e PUBMED)

Lo sapete che da foglietti illustrativi, i bambini vaccinati con MPR devono stare 6 settimane assolutamente lontani da qualsiasi soggetto debole, o donne gravide, poiché portatori del virus vivo e che devono stare lontano da tutti i bambini non ancora vaccinati?
Perché questo decreto non prevede la quarantena per i bambini vaccinati?
SecondoVoi, è una questione trascurabile?)
(Fonte dati Infanrix Hexa, Varivax, CDC – DFA, Pubmed, JAMA e OMS)

Vi siete mai chiesti come mai, esistono sentenze in Italia che certificano danni da vaccino, autismo compreso, da 20 anni a questa parte?

Vi siete mai chiesti, come mai, AIFA abbia dovuto rilasciare i dati sulle reazioni avverse solo a seguito di un esposto al tribunale di Torino da parte del CODACONS, poiché tali dati che dovevano essere pubblici, sono stati nascosti per anni?

Vi siete mai chiesti come mai, tali dati, hanno sbugiardato Villani, Ricciardi, Piero Angela, Burioni e tutti i soldati del ministro che hanno affermato, con fare ossessivo, che le reazioni avverse erano 1 su 2 milioni, quando AIFA le porta a 21.500 circa in tre anni?

No.

Non ve lo siete chiesti, non lo sapete.

Iniettate delle cose ai vostri figli , senza sapere cosa sono.
Fidandovi di chi ci guadagna miliardi, di chi paga milioni ai dottori per consigliarveli.
Aziende che sono state condannate in tutto il mondo per aver dato tangenti ai politici per rendere obbligatori i vaccini.
Aziende che, se vostro figlio non starà MAi più bene, ci guadagneranno.

http://www.ilgiornale.it/news/milano/premi-denaro-ai-medici-che-fanno-pi-vaccinazioni-958773.html

Paura ?

"ll cervello vero delle cellule è la membrana.</p>
<p>Ospita un numero impressionante di recettori, sensori, attuatori, che le permettono di relazionarsi con le altre cellule, con l'ambiente quindi.</p>
<p>Il grande numero di recettori creano un iperbolico numero e varietà di risposte, tutte classificabili comunque in due grandi ordini comportamentali: crescita e protezione.</p>
<p>Se la funzione di protezione è intuibilissima, potrebbe sfuggirci la crescita: questa invece è fondamentale anche per l'uomo adulto: ogni giorno miliardi e miliardi di cellule del nostro corpo muoiono e devono essere sostituite: solo per fare un esempio le cellule del rivestimento del nostro intestino, si rinnovano tutte in 72 ore.</p>
<p>In vitro si vede subito che una cellula si ritrae davanti a una tossina, come farebbe un uomo davanti a un puma o ai teppisti in un vicolo buio, e al contrario vedrete la cellula avvicinarsi subito a una sostanza nutritiva, come facciamo noi con un buffet, o verso l'amore. La prima è una risposta di difesa, la seconda di crescita.</p>
<p>Anche grandi insiemi di cellule mutuano questo comportamento, per l'esempio l'Uomo.</p>
<p>Questa risposta possibile binaria, ha un limite: queste due risposte non possono attuarsi in contemporanea.</p>
<p>Una cellula non può andare contemporaneamente in avanti e indietro. Non può puntare alla crescita e alla difesa nello stesso momento, insomma se state scappando da un Puma ignorerete un eventuale buffet....l'attivazione di una modalità di risposta in pratica inibisce l'altra.</p>
<p>La ridistribuzione delle energie in funzione protettiva causa una sospensione della crescita.</p>
<p>Oltre allo spostamento dell'energia alle cellule che si sono nel tempo specializzate nelle funzioni protettive, un'altra ragione inibisce la crescita: mentre i processi di crescita necessitano l'apertura del sistema, della membrana per le cellule, verso il suo ambiente, per accedere alle sostanze nutritizie e consentire lo scarto della produzione, le funzioni di protezioni fanno scattare blocchi di chiusura della membrana, del sistema, per isolarlo dalla minaccia percepita.</p>
<p>Per loro natura i processi di crescita esigono molta energia.</p>
<p>Di conseguenza una prolungata fase protettiva inibisce la produzione di energia vitale.  Quanto più a lungo rimarrete in uno stato difensivo, tanto più comprometterete la produzione di energia vitale, la vostra crescita, il rinnovarsi delle vostre cellule.</p>
<p>La debilitazione che ne consegue potrebbe farvi propendere verso un incremento delle strategie difensive, con ulteriore indebolimento della produzione energetica e invecchiamento cellulare dovuto al rallentamento della crescita.</p>
<p>Questa alternativa "secca" tra posizione di difesa e di crescita, vale per le cellule, per l'uomo, per le comunità, per le nazioni.</p>
<p>La paura, tenendo attivata perennemente la posizione di difesa, spegne l'energia vitale: la paura prolungata uccide.</p>
<p>Anche in biologia evoluta quindi, paura = difesa e amore = attrazione, sono esattamente l'uno il contrario dell'altro.</p>
<p>Insomma, ci siamo capiti.</p>
<p>Quando dicevo che la "Felicità e la Salute  stanno al di la della paura," citavo un fatto empirico sperimentato personalmente ma ora sembra che studi accurati di biologia cellulare suffraghino in pratica, con dati reali, questa mia sensazione. </p>
<p>Quando sentiamo dire che "la bellezza ci salverà" oltre alle ovvie considerazioni filosofiche, sociali, estetiche, se ne aggiungono quindi di puraMente, potenteMente, meravigliosaMente biologiche.</p>
<p>Per approfondimenti , Biologia delle credenze   Bruce Lipton cap 6 , 213-233"

ll cervello vero delle cellule è la membrana.

Ospita un numero impressionante di recettori, sensori, attuatori, che le permettono di relazionarsi con le altre cellule, con l’ambiente quindi.

Il grande numero di recettori creano un iperbolico numero e varietà di risposte, tutte classificabili comunque in due grandi ordini comportamentali: crescita e protezione.

Se la funzione di protezione è intuibilissima, potrebbe sfuggirci la crescita: questa invece è fondamentale anche per l’uomo adulto: ogni giorno miliardi e miliardi di cellule del nostro corpo muoiono e devono essere sostituite: solo per fare un esempio le cellule del rivestimento del nostro intestino, si rinnovano tutte in 72 ore.

In vitro si vede subito che una cellula si ritrae davanti a una tossina, come farebbe un uomo davanti a un puma o ai teppisti in un vicolo buio, e al contrario vedrete la cellula avvicinarsi subito a una sostanza nutritiva, come facciamo noi con un buffet, o verso l’amore. La prima è una risposta di difesa, la seconda di crescita.

Anche grandi insiemi di cellule mutuano questo comportamento, per l’esempio l’Uomo.

Questa risposta possibile binaria, ha un limite: queste due risposte non possono attuarsi in contemporanea.

Una cellula non può andare contemporaneamente in avanti e indietro. Non può puntare alla crescita e alla difesa nello stesso momento, insomma se state scappando da un Puma ignorerete un eventuale buffet….l’attivazione di una modalità di risposta in pratica inibisce l’altra.

La ridistribuzione delle energie in funzione protettiva causa una sospensione della crescita.

Oltre allo spostamento dell’energia alle cellule che si sono nel tempo specializzate nelle funzioni protettive, un’altra ragione inibisce la crescita: mentre i processi di crescita necessitano l’apertura del sistema, della membrana per le cellule, verso il suo ambiente, per accedere alle sostanze nutritizie e consentire lo scarto della produzione, le funzioni di protezioni fanno scattare blocchi di chiusura della membrana, del sistema, per isolarlo dalla minaccia percepita.

Per loro natura i processi di crescita esigono molta energia.

Di conseguenza una prolungata fase protettiva inibisce la produzione di energia vitale. Quanto più a lungo rimarrete in uno stato difensivo, tanto più comprometterete la produzione di energia vitale, la vostra crescita, il rinnovarsi delle vostre cellule.

La debilitazione che ne consegue potrebbe farvi propendere verso un incremento delle strategie difensive, con ulteriore indebolimento della produzione energetica e invecchiamento cellulare dovuto al rallentamento della crescita.

Questa alternativa “secca” tra posizione di difesa e di crescita, vale per le cellule, per l’uomo, per le comunità, per le nazioni.

La paura, tenendo attivata perennemente la posizione di difesa, spegne l’energia vitale: la paura prolungata uccide.

Anche in biologia evoluta quindi, paura = difesa e amore = attrazione, sono esattamente l’uno il contrario dell’altro.

Insomma, ci siamo capiti.

Quando dicevo che la “Felicità e la Salute stanno al di la della paura,” citavo un fatto empirico sperimentato personalmente ma ora sembra che studi accurati di biologia cellulare suffraghino in pratica, con dati reali, questa mia sensazione.

Quando sentiamo dire che “la bellezza ci salverà” oltre alle ovvie considerazioni filosofiche, sociali, estetiche, se ne aggiungono quindi di puraMente, potenteMente, meravigliosaMente biologiche.

Per approfondimenti , Biologia delle credenze Bruce Lipton cap 6 , 213-233

DNA

“Se guardo fuori dalla finestra vedo un’autostrada con molte corsie con automobili che sfrecciano. Di tanto in tanto passa un jet e il rumore fa alzare decine di uccelli. I gabbiani compiono larghi cerchi e nell’aria c’è l’odore dell’oceano, ricco di vita marina.

Tutto questo spettacolo , me compreso, è opera del DNA.

E’ stato proiettato da una molecola la cui responsabilità è dispiegare nuova vita senza mai compromettere la vita intesa nel suo insieme.
Qualcuno ha stimato che tutto il DNA di tutte le persone vissute potrebbe essere tranquillamente contenuto in una tazzina da the; d’altro canto se il DNA che se ne sta raccolto a spirale in una sola cellula potesse essere dispiegato, raggiungerebbe la lunghezza di un metro e mezzo. Ciò significa che il filo genetico contenuto nei 37.200 miliardi di cellule del corpo umano se dispiegato coprirebbe una distanza di cinquanta miliardi di miglia.
Potrebbe andare e tornare dalla Luna centomila volte.

I Veda dicevano che l’intelligenza dell’Universo si estende “dal più piccolo dei più piccoli al più grande dei più grandi” e il DNA ne è la prova fisica”.

Deepak Chopra – Guarirsi da dentro.

38 paste italiane che usano grano italiano senza glifosato

Ecco 38 paste che usano grano italiano. Senatore Cappelli, Solina, Mentana, grani antichi, monococco, ecc.
Costano da 1,60 a 3,30 euro per 500g. La differenza con Barilla è quindi di circa 1,5 euro per 500 g, 30 centesimi a piatto. Fate vobis.

https://www.alcenero.com/prodotti/pasta/pasta-di-grano-duro/penne-rigate-di-grano-duro-biologiche-500-g/ Trento

http://www.pastacocco.com/indice/ Fara San Martino (

http://www.pastadimartino.com/pastificio/primo-new-york/index.php gragnano (Na)

https://www.spaghettiemandolino.it/pasta-riso?produttore=pastificio-felicetti&gclid=Cj0KCQjwp_DPBRCZARIsAGOZYBRf9PsVsIiqzQ4eRWAtj3WM0vXIYpp9nzOfpOAxy93oFoU91hhOrPEaAr_7EALw_wcB

http://www.ilmulinoapietra.com/9-catalogo az. Floriddia Località Cedri – Piccioli (Pi)

http://www.pastagentile.it/un-grano-unico/ Gragnano (Na)

http://www.gerardodinola.it/it/contatti Gragnano (Na)

http://www.ghigi.eu/ Rimini

http://www.girolomoni.it/ Montebello Marche

http://www.pastarmando.it/ Avellino

http://www.granorodedicato.it/ Puglia

http://www.granoro.it/it/c/45/i-prodotti/130/linea-biologica Puglia

http://www.irisbio.com/ Cremona

http://www.laterraeilcielo.it/ Marche

https://bottegaliberaterra.it/it/prodotti/?idCol=1 Sicilia

http://pastaliguori.com/ Gragnano (Na)

http://www.pastamancini.com/it/ Marche

http://www.famigliamartelli.it/ Pisa

http://www.pastificiopalandri.it/ Pistoia

http://www.pastificiodeicampi.it/pasta-di-gragnano-100-made-in-italy.html Gragnano (Na)

http://www.pastificiodeicampi.it/pasta-di-gragnano-100-made-in-italy.html Torre Annunziata (Na)

http://www.rustichella.it/index.php/ Abruzzo

ita.santacandida-italia.com Genzano di Lucania (PZ)

http://www.sgambaro.it/ Ferrara

http://www.spigabrunabio.com/home.html BN

https://www.valledelgrano.it/ Sicilia

http://www.casaprencipe.it/ FG

http://www.monogranofelicetti.it/it_it/chi-siamo.html TN

Benedetto Cavalieri. Il “Molino e Pastificio Benedetto Cavalieri” Maglie (Le)

Verrigni
Antico pastificio rosetano, via Salara, 9 – 64026 Roseto degli Abruzzi (TE).

www.pastificiocampo.it/ Erice TP

http://www.pastaborella.it/ Ve

https://www.fattincasa.com/chi-siamo/ stigliano MT

http://www.granoro.it/it/c/45/i-prodotti/142/linea-dedicato Bari

http://www.italyeatfood.it/item/azienda-agricola-agrigio-foggia/ Candela FG

http://www.ilfornaiodeimulinivecchi.it/ Barletta BA

http://www.tastando.it/produttori/pastificio-vallolmo/ Parco delle MAdonie PA

www.pastificioagricololenato.com Caltagirone CT

www.poggiaziendaagricola.it Cicigliano (Rm)

Ci ho lavorato qualche ora. F

Super dottoressa

Ecco.

Oggi ho conosciuto una dottoressa che sa tutto.

Usa l’ultratecnologia magnetico/elettrica per capire cosa c’è, cosa manca e dove. Per indagare dove è impossibile altrimenti.

Usa l’allopatica drastica come una lama quando la velocità è tutto.

Usa la medicina cinese quando profondità e lentezza sole possono garantire il risultato e il non inquinamento del quadro.

Usa l’omeopatia per gli stessi motivi, credo, della cinese.

Tutto in contemporanea e in abbinamento.

Un mostro.

L’abbiamo consultata, la visita è durata 4 ore, per risolvere un problema che è stato sottoposto in cinque anni a luminari delle più svariate discipline, e dai diversi approcci.

Ora sono davvero ottimista.

Chi, purtroppo, è interessato mi contatti in privato.