Intravedere

Just another WordPress site

This content shows Simple View


Category Archives Economia generale

Piccolo imprenditore, sei una pippa.

“Piccolo imprenditore, sei una pippa”.”Non sei concorrenziale.
Non pensi in grande,
Non fai marketing..
Non hai vision, una mission poco chiara, non fai rete, cazzo”.”Come fai a proporti nel bisnes internazionale, sei troppo piccolo…. biascichi un inglese che neanche a Collodi….”
—————————————-——————————

Questo dicono al piccolo imprenditore che paga 125 diversi tipi di adempimenti, uno ogni tre giorni, alcuni in base al reddito, altri in base al reddito presunto, altri slegati dal reddito.
Sul suolo, sul volume, sull’acqua, sui motori, sui vetri, sui rubinetti, sui frigoriferi, sul magazzino, sui dipendenti, sui bolli, sul parcheggio, sul passo carrabile, sul conai, sugli scarti, sui rifiuti, sui conti correnti…………
Per un totale fiscale tra il 60 e il 70%.
Degli utili.
Se non ne hai, cazzi tuoi.
Se perdi, perdi del tuo: tutto.

E chi glielo dice ?

I potenti.

Apple, Bp, Google, Amazon, Ebay, Bnp, Jp Morgan, Goldman, Microsoft….

Che pagano a volte lo 0,5%, a volte lo 0,005% di tasse.
Che decidono se e quante pagarne e dove.
Che pagano i lavoratori a volte 10 dollari al giorno, a volte 0,5 dollari l’ora.

E con una minuscola parte dell’immenso bottino che si tengono, pagano i politici affinchè tutto vada così.

O un dossier per gli indecisi.
O un killer per gli onesti.

Questa è l’economia mondiale.
La più alta espressione del crimine organizzato.




Non vogliono i soldi.

Ho parlato dei soldi che si fregano J.P. Morgan, Goldman Sachs, ecc.ecc.

C’è una cosa da capire.

Loro, non sono interessati ad avere i nostri soldi.
NON GLI SERVONO.

LI FABBRICANO. QUANTI NE VOGLIONO.

Sono i padroni della Fed, della Bce, e, per interposta persona giuridica, di quasi tutte le fabbriche di denaro del mondo, cioè quelle chiamate “Banche Centrali”, in realtà perlopiù, private.

Loro sono interessati a levare i soldi a noi, affinchè noi si sia poveri, costretti a vendere tutto.

Loro sono interessati a quel tutto.

All’acqua, alla terra, alla sparizione delle costituzioni, alle isole, alle coste, ai permessi di trivellazione, al cielo.

Loro, che i soldi sono un simbolo, lo sanno benissimo.

E sanno benissimo che il sistema sta per implodere e si attiverà un nuovo paradigma ma di acqua , di terra , di cielo e di struttura sociale ci sarà bisogno anche in questo nuovo paradigma.

Se ne vogliono impossessare.

La “crisi” è questa quì.




Leggo cose che voi umani…

Leggo delle cose di Macroeconomia, che fanno accapponare la pelle.

L’ultima a firma Varoufakis, che dice che:
“Un paese non può avere debiti superiori al totale dei suoi assett”.

Come dire che la speculazione non può rubargli più di tutto quel che ha.

Grazie Varoufakis, hai letto Marx, ma era Groucho.

Un paese, una comunità, una nazione, NON PUO’ AVERE DEBITI.

Per un semplice motivo, talmente semplice che alcuni non lo capiscono.
Altri dicono :”Eh, non può essere così semplice.
Altri ancora non vogliono ri-pensare tutti i loro schemi.
Altri non vogliono ammettere di aver pensato e detto cazzate per anni.

E mi tocca sempre ritornare da capo: la gente, anche , e sopratutto, gli economisti, non ha capito nulla. Non ha capito cos’è la moneta.

La moneta è un simbolo, che una comunità CREA per facilitare gli scambi di ricchezza tra i suoi componenti.

La moneta è un PROPRIO simbolo, non può DOVERLA a qualcun’altro.

Una comunità non può avere debiti in moneta essendone la creatrice.

Può produrre meno roba di quanta ne consuma e allora piano piano, la sua moneta, meno richiesta, varrà di meno, potrà comprare meno roba e il sistema inesorabilmente si autoilivellerà.

Per comprare roba tedesca, per esempio, ci voleva il Marco. Molti volevano roba tedesca, il marco aumentava, la roba tedesca con lui, e diventava poco conveniente comprare roba tedesca.

Noi italiani mettevamo in circolo molta moneta, compravamo molta roba, la lira svalutava, pagavamo care le cose in importazione, ma tutti lavoravamo (quasi), e la produzione andava alla grande. La nostra lira valeva poco e allora comprare i nostri prodotti conveniva eccome, e alla Germania facevamo un mazzo così,,avendo vissuto anche meglio.

In europa eravamo la prima manifattura, la Germania la penultima.
Hanno sempre rosicato !

E non avevamo debito.

Chi vi dice il contario è una pippa in economia, o è in malafede.

Avevamo due milioni di miliardi di lire di debito .

Contabilizzato in euro è un pò meno della metà di oggi, ma il bello è che lo stato avrebbe potuto saldarlo sapete come ?

Prendendo un pezzetto di carta e scrivendoci.
Ecco 2.000.000.000.000.000 lire.
Tiè.

Azz.

E quanto pagavamo di interessi su quel debito ?

Circa il 10% netto,con un inflazione che spesso era il 10%

cioè ci costava, al netto, niente.

Potrà sembrarvi assurdo, ma tant’è.
——————————–

Ora non stampiamo più foglietti di carta con scritti dei numeri, prendiamo foglietti di carta con su dei numeri stampati da altri.

Ci vendono simboli che non sono nulla. Foglietti con su scritti dei numeri.

E in cambio cosa vogliono ?

Tutto.

Si son già presi Telecom, Terna, Giugiaro, Pinifarina, Ducati, Gucci, Agnesi, Peroni, Gallo Nero, Pirelli, Loro Piana, Bulgari, Valentino, Alitalia, Plasmon, Parmalat, Algida, Edison,BNL, ENEL al 49%, DF
AR, AVIO AEREO , Pernigotti, La Ripintura, Casanova, , Perugina, Antica Gelateria. Buitoni, Gancia, Carapelli, Star, Salumi Fiorucci, San Pellegrino, Peroni, Orzo Bimbo, Fendi, Pucci, Chianti classico, Eskigel, Eridania, Del Verde, Rigamonti Salumi, Italpizza, Galbani, Sasso, Fattorie scaldasole, Invernizzi, Stock, Safilo, Locatelli, Fastweb, Ercole Marelli, Fiat Ferroviaria, Sasib, Passoni e Villa, Lucchini acciaierie, Fiat avio, Benelli, Sps, Loquendo……

Ora vogliono il resto…..

Case, terre, ospedali, coste, isole, gas, suolo e sottosuolo, le banche, le assicurazioni, enel, saipem, eni, le grandi marche, le pensioni, i tfr, generali, la ferrari, gli immobili di pregio, le tenute e i castelli, le spiagge e le aziende, Finmeccanica i raccolti e i conti bancari.

Le nostre vite.

Per dei pezzetti di carta, che qualcuno, per noi, ha deciso di non stampare più.

Questo è l’Euro.




Bank of England

"Ora una questione  interessante.<br /><br />
Lo era anche prima, ma ora si sfiora il surreale.</p><br />
<p>La Bank Of England è azionista di riferimento della BCE.</p><br />
<p>Crea quindi Euro dal nulla,e li "presta" alle nazioni"  ma l'Inghilterra usa le sue sterline e se le fa da se.<br /><br />
La City quindi era avvantaggiatissima dal poter giocare a briscola con ben chiare le carte dell'avversario.<br /><br />
Forse è per questo che UK ha un PIL formato dal 40% da prodotti finanziari, il che è un ossimoro: chi fa finanza non produce proprio nulla, campa sulla produzione altrui, palesemente. Citatemi, se vi viene in mente, una grande industria inglese. O prodotti inglesi in giro per il mondo....<br /><br />
L'inghilterra quest'anno ha importato 115 mld più di quanto ha esportato. </p><br />
<p>Ora addirittura Bank of England è azionista di maggioranza della fabbrica degli Euro e non risiede neanche più nella comunità Europea. </p><br />
<p>Gli Euro sono diventati, oltre che falsi in quanto emessi da privati, anche degli extracomunitari....</p><br />
<p>Che facciamo ?</p><br />
<p>Io lo saprei, che fare...."
Ora una questione interessante.
Lo era anche prima, ma ora si sfiora il surreale.La Bank Of England è azionista di riferimento della BCE.

Crea quindi Euro dal nulla,e li “presta” alle nazioni” ma l’Inghilterra usa le sue sterline e se le fa da se.
La City quindi era avvantaggiatissima dal poter giocare a briscola con ben chiare le carte dell’avversario.
Forse è per questo che UK ha un PIL formato dal 40% da prodotti finanziari, il che è un ossimoro: chi fa finanza non produce proprio nulla, campa sulla produzione altrui, palesemente. Citatemi, se vi viene in mente, una grande industria inglese. O prodotti inglesi in giro per il mondo….
L’inghilterra quest’anno ha importato 115 mld più di quanto ha esportato.

Ora addirittura Bank of England è azionista di maggioranza della fabbrica degli Euro e non risiede neanche più nella comunità Europea.

Gli Euro sono diventati, oltre che falsi in quanto emessi da privati, anche degli extracomunitari….

Che facciamo ?

Io lo saprei, che fare….




1%

foto di Francesco Neri.
foto di Francesco Neri.
Voi vi chiedete come nasceuna crisi, cosa succede, chi la pilota ?Abbiamo un faro, e questo faro ì l’America

(Matteo Renzi)

Ecco.

In blu la ricchezza dell’1% più ricco-
In marrone il 9% appena sotto, benestante.
Il rimanente 90% possiede lo spicchio verde.

Nel secondo grafico, in blu ciò che possiede il 10% dei più ricchi,
la fettina marrone se la devono dividere gli altri 90, su cento.
—————————————-—————————————
Il mondo va così come va, perchè i più ricchi vogliono che vada così, anzi, vogliono anche la fettina marrone, dove ci sono ospedali, acqua, cibo, ancora qualche prato….

(dati USA)




Stipendi uguali

Stipendi tutti uguali.

Chi opera al cuore, chi sta seduto a guardare un casello ferroviario, chi studia sociologia, chi guida jumbojet, l’impiegato del catasto e la casalinga di Vigevano e chi inventa l’energia del futuro con tecnologie quantistiche.
O anche chi non fa nulla.

- “Non è giusto . Ecchediamine”.
- “E l’impegno ? La responsabilità ? Gli anni di studio ?

Obiezioni logiche, senza dubbio, ma me le son già fatte.
Ma sono secondarie.

Immaginiamo.

Per iniziare secondo me c’è moltissima gente che non fa bene il proprio lavoro, non da quello che potrebbe e dentro di se vorrebbe perchè quello che gli è chiesto non era il suo sogno.
Con la promessa della sicurezza abbiamo ottenuto un bidello svogliato perdendo magari un disegnatore fantastico.
Un impiegato astioso contro un floricoltore sopraffino,
un vigile urbano carogna abbiamo avuto in cambio di un tanghèro da urlo, o un bel contrabbassista, se glielo avessimo permesso.

Lo sarebbero stati se la società, o la mamma, non li avessero ricattati con lo stipendio, e col contrappunto dell’emarginazione disoccupazionale.
Ora sono infelici e non se lo perdonano, non ce lo perdonano.

E poi, veleno ancora più sottile….

Il chirurgo che salva vite, l’astronauta che passa la linea dell’ignoto, lo scienziato che fa danzare numeri e materia al di là della fantasia…..il direttore d’orchestra, l’attore strabiliante, il calciatore inarrivabile…premiati…con denaro. Tanto.

Il crimine più grosso è questo.

Nel momento in cui prendo le cose più belle: la generosità, l’arguzia, l’ingegno, il coraggio e l’ardimento, il sacrificio e l’intelligenza, la potenza muscolare, la bellezza del volto, del corpo o della voce e anche a quelle do un prezzo, le “computo” in denaro, in quel momento ho affermato che tutte le cose massime, sono denaro.
Il denaro è il massimo. Il denaro, a quel punto è tutto.

A quel punto siamo morti.

La società è finita.

Non c’è l’altro, non ci sono neanch’io.

C’è il denaro, che è tutto. Che è Dio.




Regalami dei soldi che te li presto.

Le grandi banche americane: “AZZ. abbiamo perso tutti i vostri soldi”.
Il governo Usa: “E adesso ?”
Le banche: “Eh, dovete darci un sacco di soldi se no falliamo”
Il governo Usa: “E dove li prendo tutti quei soldi ?
Le banche: “Ve li prestiamo noi”.
Il governo: “Ma come, se avete appena detto che non ne avete …”
Le banche: “Eh..se ce li date, dopo ve li prestiamo”.
Il governo: ” OK”.

E’ successo davvero !




Di Maio e l’evasione

Ieri sera Di Maio ha proposto in tv l’ uso della MONETA ELETTRONICA per combattere l’evasione.

Prima di lui l’aveva fatto Mario Monti nel 2011

Credo sia risolutiva.

Come ben si sa amministratori delegati di Monsanto, BP, Ikea, Carrefour, Unicredit, Cargill, Bayer, Eni, Enel, Apple, Saipem, Generali, Banca Intesa, BNL Paribas, Edf, Microsoft, FCA, Siemens, Bayer, ma anche i caporioni di cosche mafiose varie, la ‘ndrangheta, la camorra, che insieme fanno il 95% dell’evasione fiscale, sono stati visti spesso intenti a cambiare banconote da 50 e 20 euro, con la scusa di un caffè in nero, con il resto da far poi affluire nei paradisi fiscali….




“I soldi son finiti”

Un paese, una nazione, una comunità, può esser senza acqua, senza grano, senza frutta, senza energia, senza alluminio, senza cemento, senza legna, senza medicine, senza forza lavoro, senza competenze…
Ma NON PUO’ ESSER SENZA SOLDI.

I soldi sono foglietti di carta con scritti dei numeri.
Sono una convenzione.
Non può finire una convenzione.

Quando un governo vi dice che “son finiti i soldi”, è come se un professore di matematica interrompesse la lezione dicendo :
“ho finito i numeri”.

– E’ la stessa cosa.