Intravedere

Just another WordPress site

This content shows Simple View


Monthly Archives February 2016

Frocio

“Frocio” – “negro” – “negro di merda” – “recchione” ecc.
Queste espressioni in realtà non dicono molto.

Non dicono molto sul destinatario.
Dicono molto su chi le pronuncia.

Identificano anche un nemico.
Che non è ne l’uno, ne l’altro.

E’ l’ignoranza.
Sempre quella.




Chi votare ?

Per le prossime elezioni (2034 ?)
Parlo di M5s.

Abbiamo pagato scotto, pesante ma inevitabile.
Abbiamo eletto gente che sta a M5s come Renzi sta a Gramsci e Razzi a Mandela.
Per fortuna abbiamo eletto anche qualche ragazzo e ragazza splendidi.

Dobbiamo però evitare assolutamente di ritrovarci degli emeriti idioti e venduti come è successo nelle elezioni 2013, e poi anche alle europee.
L’Italia non può proprio permetterselo.
Una nostra superficialità a riguardo sarebbe imperdonabile.

—————————————-———-

Guardateci dentro. Approfondite.
Fate di tutto per capire chi sono i candidati.
- Quando vedete il profilo pubblico dopo 3 giorni che sono nel movimento, diffidate.
- Quando vedete che chiedono il vostro voto, non votateli.
- Quando vedete che hanno il sito con “nome.cognome” in carattere alto 3 centimetri, cestinate.
- Quando vedete una “cordata” di attivisti che “spinge” una persona, diffidate degli uni e dell’altra.
- Quando vedete un candidato che non vi ha mai “cagato” venire di colpo ai meetup di mezza italia, a farsi bello con 13 frasi fatte, mandatelo affanculo prima che vada su a vendere se stesso e il suo popolo.

La rivoluzione culturale a cui siamo chiamati esige spina diritta , cuore tranquillo e mente serena.

Nessuno può essere davvero utile alla società se in questa sua “missione” non parte con un atto di abnegazione, di assoluta e disinteressata generosità.

Di amore.

Se non siamo in grado di riconoscere questi tratti, non siamo migliori dell’Italia che vorremmo migliorare e il nostro intento è quindi irraggiungibile.

Repetita iuvant




Siamo qui per questo

Guardo delle vecchie foto.
Nonni, zii, genitori, tutti andati, ed erano giovani in molte foto.

Senza angoscia, neanche un pò lo giuro, però rifletto.

Facciamo quello che ci piace. Facciamo ciò che merita d’esser fatto, la vita dura poco. Ero un ragazzetto poco tempo fa, tra poco avrò sessant’anni.
Mi sembra assurdo, ma tant’è.

Io non ho, nessuno di noi ha, tempo per cose stupide, per giornate perse, per attività inutili, per odi, rancori e futilità.

La vita è una meraviglia, giochiamocela al meglio.

Domani è il primo dei giorni che ci restano. E non farà il bis.

Dobbiamo straviverlo dando il meglio di noi, domani come tutti i giorni a venire.
Siamo quì per questo.

Null’altro.




Radichetta

Sono stato dove ho una radichetta, ammesso ne abbia una.
Sull’appennino parmense, in montagna.

Molte cose sono cambiate.

Quando frequentavo quelle zone ero piccolo.
Tutti gli appezzamenti lavorati.
Storie di contadini, trebbiatrici, fieno e mucche.
Si era parecchi, spesso festanti.

Poi, piano piano, l’agricoltura, che li è fatta di piccoli appezzamenti e grandi fatiche, è stata abbandonata.
Questo ha fatto si che tutti i campi non proprio adiacenti il paese siano quasi completamente tornati ad essere bosco.
Negli anni scorsi caprioli, cervi e cinghiali erano diventati torme.
I branchi erano numerosissimi.

Ora c’è stato un altro cambiamento.

Sono stati reintrodotti i lupi, che in breve sono diventati tanti.
Li si vede spesso, anche in paese: una carcassa di capriolo, orme nella neve, un cucciolo in muta di pelo, sono all’ordine del giorno.

Caprioli e cinghiali decimati, se ne vedono solo ormai pochi e guardinghi.

La natura ripristina i suoi sopraffini equilibri e si riprende i suoi spazi.

Mi piace.
Mi piace molto.




TTiP

TTiP – Trattato di commercio transatlantico.
—— Cioè tra Unione Europea e Stati Uniti.

E’ in via di approvazione.
I parlamentari Europei stanno per firmarlo ma per legge è segreto: non possono leggerlo !

Eliminerà i dazi e SOPRATUTTO le regole del commercio tra europa e Stati Uniti.
Cosa vuol dire ?
Che le Multinazionali Americane, che lo stanno scrivendo, uccideranno tutti i produttori europei.

Da noi, per esempio, vige il codice di precauzione: cioè un prodotto si può mettere in commercio solo dopo che si è dimostrato innoquo. In America lo si mette in commercio e lo si ritira solo dopo che qualcuno ha dimostrato che fa danni.

– Questo varrà per il pollo al cloro, per gli organismo modificati geneticamente, per moltissime sostanze chimiche, per le centrali nucleari.
I referendum saranno carta per i pacchi….

Una volta approvato, se, per esempio, l’Italia varerà una legge contro la soia transgenica, la ditta che la produce potrà fare causa direttamente all’Italia.
L’italia, o una regione, un comune, (come la Francia, la Spagna, la Catalogna, ecc.ecc) non potrà fare una legge, un decreto, un regolamento contro quel tal prodotto, contro quel veleno….
La ditta che lo produce ci farebbe causa.

Presso quale tribunale ?

Segreto. Nominato da loro…..

Auguri.

Se passa questo trattato siamo spacciati………

I vostri figli vivranno in un mondo di veleni, perchè quel giorno eravate distratti…..
magari c’era la partita….




La Repubblica

La Repubblica
scritto bene, impaginato bene, bella carta, cultura, ha traghettato una intera generazione di sinistra a una sinistra visione liberista della società.

Proprietà De Benedetti, nel board Rotschild, ha fatto percolare nell’animus italico una visione dove il privato deve soppiantare il pubblico, il mondialismo le nazioni, l’azienda lo stato, l’individuo le comunità.

Ha fatto un danno epocale a una società ora frammentata, disorientata, persa.
Insieme alle TV di Berlusconi, dietro alla finta opposizione al quale, si è mascherata la Svendita del paese Italia.




Noi chi ?

Abbiamo un premier che dice: ” Ringrazio chi mi ha votato”.
Ma chi ?
Abbiamo il presidente di Mps, Profumo, che risponde in assembea: “Quale buco ?”.
Il buco era più grande della banca.
Chi è ora il presidente di Mps: Profumo.

Abbiamo Padoan, ministro del tesoro che dice:”il sistema bancario è solidissimo”.
Falliscono banche come noccioline.
Chi è ora il ministro del tesoro: Padoan.

Abbiamo una ministra della salute che dice che gli esami non servono.
Però quest’anno sono morti tanti italiani come non mai. Come nel ’43.

Noi abbiamo.

Noi chi ?