Intravedere

Just another WordPress site

This content shows Simple View


Monthly Archives December 2016

Piccolo imprenditore, sei una pippa.

“Piccolo imprenditore, sei una pippa”.”Non sei concorrenziale.
Non pensi in grande,
Non fai marketing..
Non hai vision, una mission poco chiara, non fai rete, cazzo”.”Come fai a proporti nel bisnes internazionale, sei troppo piccolo…. biascichi un inglese che neanche a Collodi….”
—————————————-——————————

Questo dicono al piccolo imprenditore che paga 125 diversi tipi di adempimenti, uno ogni tre giorni, alcuni in base al reddito, altri in base al reddito presunto, altri slegati dal reddito.
Sul suolo, sul volume, sull’acqua, sui motori, sui vetri, sui rubinetti, sui frigoriferi, sul magazzino, sui dipendenti, sui bolli, sul parcheggio, sul passo carrabile, sul conai, sugli scarti, sui rifiuti, sui conti correnti…………
Per un totale fiscale tra il 60 e il 70%.
Degli utili.
Se non ne hai, cazzi tuoi.
Se perdi, perdi del tuo: tutto.

E chi glielo dice ?

I potenti.

Apple, Bp, Google, Amazon, Ebay, Bnp, Jp Morgan, Goldman, Microsoft….

Che pagano a volte lo 0,5%, a volte lo 0,005% di tasse.
Che decidono se e quante pagarne e dove.
Che pagano i lavoratori a volte 10 dollari al giorno, a volte 0,5 dollari l’ora.

E con una minuscola parte dell’immenso bottino che si tengono, pagano i politici affinchè tutto vada così.

O un dossier per gli indecisi.
O un killer per gli onesti.

Questa è l’economia mondiale.
La più alta espressione del crimine organizzato.




Il mondo alla rovescia

Il mondo va alla rovescia.
Lo vediamo continuamenteUn usciere in senato prende 11.000 euro, un pompiere per rischiare la vita 1400.
Un poliziotto 1600, lo stenografo del senato 22000.
Poi ci son tutti quelli che non prendono nulla.
Vengono tolti i bambini a madri povere e poi li si mette in casefamiglia a 100 euro giorno cad.
ecc.ecc.ecc.

Tutti noi potremmo continuare ore a fare un elenco da incubo del sistema kafkiano in cui siamo inseriti.
Sperequato talmente tanto da essere ormai ribaltato, con un sistema valoriale inverso rispetto a logica ed equità.

Ma su tutto domina il ribaltamento più clamoroso: il denaro.

Il denaro non è un bene, è una convenzione.
Viene emesso da una comunità, di solito da una nazione, per facilitare lo scambio di ricchezza tra gli abitanti e per permettere allo stato di far eseguire da privati lavori di pubblica utilità.

Se il denaro lo fabbrica un privato, il denaro è falso, e costui è un falsario.

Bene.

Ora il denaro dichiarato valido è SOLO quello falso, cioè emesso da privati, e lo Stato non può emettere più quello vero..
Deve chiedere in prestito il denaro (falso) pagandolo per vero, dal privato di cui sopra.

Casta , cricca, corruzione, usceri, stenografi, vitalizi, megapensioni e anche le mazzette sui lavori pubblici impallidiscono e sembrano piccole bugie di bambini in confronto.

Una truffa epocale,
talmente grave da essere incredibile,
talmente grande da essere invisibile.