Fiscal compact

Fiscal Compact.

In realtà, come potete ben immaginare, la stesura ufficiale è ben più lunga.
Pieno di comma, art n°, paragrafo n°.ecc.ecc.
Ma il succo è questo:
Partendo da una situazione di deflazione ( mancanza di denaro in giro) micidiale, ci impegna a pagare , cioè levare dal giro, 60 miliardi all’anno per vent’anni.
Cosi riduciamo di 1200 miliardi il debito, che dovrebbe andare quindi da 2000 a 800.
Questo per migliorare il rapporto debito/PIL.

A parte che è una scemenza abissale, perchè ora il debito sta aumentando di 50 miliardi l’anno, quindi sarebbero 60+50 per scendere davvero. Poi il PIL sta scendendo , perché senza soldi , anche una larva del grano capirebbe che produzione, vendite, commercio e investimenti, calano.
E queste sono le componenti del PIL.

Senza IMMISSIONI pesanti di liquidità in circolo il PIL calerà.
E il rapporto debito/Pil raggiungerà il punto di palese non sostenibilità.
L’ipotesi di non farle è suicida.
Pensare a drenare ulteriore liquidità, che non c’è, è folle.
Farlo in queste proporzioni è propendere per una morte veloce.

Perchè accade ciò ?

Perchè abbiamo (HANNO, SENZA DIRCELO) firmato dei contratti di esproprio
pre-autorizzato, che permetterà ai creditori del MES, di prendersi direttamente le cose
senza neanche più chiedercelo. Diciamo che abbiamo dato in pegno, casomai non riuscissimo a pagare le rate,come è certo: ditte, aziende, banche, utenze, coste, isole, coste, diritti di sfruttamento e prospezione, acque, pensioni, tfr, utenze, reti.

L’avete capito, o no ?

In questi giorni si sta aggiungendo il patto di commercio transatlantico, di cui non ho avuto il tempo di fare un riassunto, e ve lo ciucciate per intero.
http://www.mediafire.com/view/dex2h85w6pisqid/Patto_di_commercio_transatlantico.odt

E’ l’ultimo tassello della creazione del Nuovo Ordine Mondiale.
Ipotesi che ancora qualcuno chiama complottista, cioè un’idea di alcuni “pessimisti” ma il cui cingolo sta per passarci sopra, e rimarrà poco di tutto ciò che è costato sangue ai nostri padri, metaforici e non.

Che non si lotti, all’ultimo sangue, è una vergogna.
Non di Berlusconi, D’Alema, Bersani, Barroso,Von Rumpey, Draghi o che ne so.

Una vergogna nostra.

Francesco Neri

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>