Il debito pubblico

Tenetevi forte. DEBITO PUBBLICO
D. Il debito ‘pubblico’ non è il debito dei cittadini.
Lo Stato non è una famiglia.
Il governo di uno Stato con moneta sovrana spende accreditando conti correnti, o emettendo titoli che costituiscono, fra le altre funzioni, il risparmio degli acquirenti. Quindi, non dovendo lo Stato prendere in prestito dai privati prima di spendere, è chiaro che il debito (la spesa) dello Stato con moneta sovrana è precisamente l’attivo dei cittadini (settore non-governativo). Non è mai il debito di cittadini, delle aziende o dei nostri figli/nipoti. La regola secondo cui un buono Stato deve spendere come una brava famiglia è falsa e dannosa. Questo Stato si indebita solo con se stesso, il suo debito è solo una figura contabile denominata nel denaro che esso crea dal nulla. La famiglia, al contrario, non può inventare il suo denaro, e ha ben altri limiti di spesa.
Il debito pubblico, in altre parole, è tutto il denaro che lo stato ha emesso e che non ha ritirato con le tasse. Si chiama debito dello stato, è la RICCHEZZA DEL PRIVATO. Alla lira. Spaccata. E’ matematico.

Quando mettono le tasse e vi levano i soldi per pagare il debito pubblico fanno pò come il signor Trevi….quello che vendeva la fontana.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>