Orban

Orban ha cacciato Soros e il fondo monetario internazionale.
Ha restituito in anticipo l’ultima tranche di un prestito e ha specificato:”non ci serve nulla”, pretendendo la chiusura degli uffici di Fmi e Soros a Budapest.

Sotto il profilo della produzione, le costruzioni sono aumentate del 32%, l’industria del 3,9%, i servizi del 3,3% e l’agricoltura del 9,0%.
Sotto il profilo della spesa, i consumi delle famiglie sono aumentati del 4,1%.
Gli investimenti fissi lordi sono cresciuti del 17%.
Le esportazioni sono cresciute dell’8,1% e le importazioni dell’11,3%,
Altra spinta alla crescita è venuta dai consumi, a loro volta sostenuti dall’aumento dei salari e dalla forte crescita del turismo. Accanto alla tradizionale industria automobilistica, il settore delle costruzioni e del turismo (fatturato +15,6%) sono stimati ad oggi i settori con più elevato livello di crescita per il 2018. Il tasso di disoccupazione è sceso sotto il 4%, mentre quello di occupazione è cresciuto dell’1,6%

Non ha aderito all’Euro.

Ora ha portato il Pil a +6%, ha diminuito le bollette di acqua luce, e stabilito una flat tax del 9%.
Per tutti.

L’oligarchia finanziaria Europea che ha privato la Grecia dei diritti umani essenziali, che ci ha imposto l’Euro , l’austerità, e l’aumento del poveri del 130%, padrona di tutti i media, lo chiama fascista.

Punto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>