Le parole

Lo chiamano Patto di stabilità e getterà nell’instabilità milioni di famiglie.
Chiamano liberismo il progetto di pochissimi di ridurre in schiavitù miliardi persone. Poi ci sono le guerre umanitarie che non toccano chi le dichiara,
le bombe intelligenti perchè uccidono per lo più bambini, ma bambini di altri, lontani. L’austerità è espansiva, è vero, però espande solo il debito.
Le riforme strutturali, destrutturano lo stato sociale, cioè quello che serve a noi, tutto nel nome della religione dei Mercati, con i commissari dell’OCSE al posto dei Cardinali.
Se vogliono farci un’altro furto, lo chiameranno ” decreto salva bambini “, la zia concettina sbufferà contenta davanti alla TV, perchè ama i bambini,
Dopo ci sarà una tassa su tutti quelli che hanno compiuto 6 anni.
Che salva i bambini. E via così.
Un popolo che non riconosce più le parole.
Tantomeno è in grado di raccordarle ai fatti.
Non tiene conto del passato, non ha futuro, ma non ha neanche il presente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>