Intelligenza

Intelligenza…

E’ argomento controverso, per mille ragioni.
La più eclatante è che a parlarne è chiamata, ovviamente, l’intelligenza stessa. E neanche l’intelligenza globale, condivisa, no: quella di uno solo, lo scrivente.
E’ come se una sedia dovesse capire la “sedia” e spiegarla. Come concetto, costruzione, utilità, finalità, problemi e inconvenienti dell’esser sedia etc.
Idem per una seppia, un microprocessore, una banana o un iguana.
C’è sempre un problema: la descrizione esige superiorità.
Nulla può comprendere se stesso pienamente, tanto meno le strutture di ordine superiore.

Prendiamo le piante.

Esistono da miliardi di anni. Hanno colonizzato da miliardi di anni il pianeta. Tutto.
A un visitatore alieno il pianeta Terra sembrerebbe, nonostante i nostri sforzi e disastri, un pianeta vegetale.
Hanno riempito ogni anfratto, adattandosi a tutto.
Sono da miliardi di anni all’apice della loro catena, basata sulla clorofilla. Per capirci, in proporzione, loro esistono da mille anni, noi da qualche ora….

Ebbene, noi in qualche ora abbiamo trovato il sistema di distruggere tutto, di alterare l’equilibrio grazie al quale eravamo comparsi, e infine prosperati, il tutto, ricordo, da oggi pomeriggio….

Loro, le piante, hanno gestito il pianeta rendendolo perfetto per loro, dalle poche specie iniziali sono passati a centinaia di migliaia di specie, infine rendendolo adatto anche agli animali, tramite l’ossigeno, e infine permettendo anche la nostra comparsa, poche ore fa….

Noi abbiamo inventato in queste poche ore tra le altre cose, la bomba atomica. Perfetta per ammazzarci tutti.

Immaginate le piante inventare e produrre anche una semplice motosega ?

Chi è intelligente ?
In base a quale scala valutativa abbiamo coniato il termine “homo sapiens ” ?

Così. per dire……

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *