Cominciamo con un decimo

Un decimo.

Un decimo dell’energia e del tempo che dedichiamo a elencare le nefandezze dell’ebetino, e dei suoi compari.

Un decimo delle parole che rivolgiamo ai piddini, ai mediocri, agli ignavi, di cui, fieri, ci ergiamo a giudici.

Un decimo del tempo che dedichiamo al cazzeggio indignato, contro chi “non è consapevole”.

Dedicassimo questo “decimo risparmiato” a FARE il cambiamento, questo comincerebbe a palesarsi.
Non tanto nella società, anche se secondo me sarebbe visibile subito, ma sopratutto in noi: cioè sul pezzo di mondo su cui abbiamo dominio e responsabilità.

Come ?

Ognuno come sa.
Aiutando chi ha bisogno o chi non ce la fa più.
Anche un cagnolino, se è questo che ci arriva.
Coltivando ortaggi, invece di farli arrivare dalla camorra o dalla monsanto.
Insegnando inglese a chi non lo sa, o a suonare la chitarra.
Essendo gentili.
Facendo comunità.
Inventando trattori elettrici.
I modi sono mille e mille.
Cercando di fare cose belle e intelligenti.

Incontrerete persone belle e intelligenti, e avrete fatto la vostra fortuna.

Quella vera.

Cominciamo con un decimo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>