Il mondo alla rovescia

Il mondo va alla rovescia.
Lo vediamo continuamenteUn usciere in senato prende 11.000 euro, un pompiere per rischiare la vita 1400.
Un poliziotto 1600, lo stenografo del senato 22000.
Poi ci son tutti quelli che non prendono nulla.
Vengono tolti i bambini a madri povere e poi li si mette in casefamiglia a 100 euro giorno cad.
ecc.ecc.ecc.Tutti noi potremmo continuare ore a fare un elenco da incubo del sistema kafkiano in cui siamo inseriti.
Sperequato talmente tanto da essere ormai ribaltato, con un sistema valoriale inverso rispetto a logica ed equità.

Ma su tutto domina il ribaltamento più clamoroso: il denaro.

Il denaro non è un bene, è una convenzione.
Viene emesso da una comunità, di solito da una nazione, per facilitare lo scambio di ricchezza tra gli abitanti e per permettere allo stato di far eseguire da privati lavori di pubblica utilità.

Se il denaro lo fabbrica un privato, il denaro è falso, e costui è un falsario.

Bene.

Ora il denaro dichiarato valido è SOLO quello falso, cioè emesso da privati, e lo Stato non può emettere più quello vero..
Deve chiedere in prestito il denaro (falso) pagandolo per vero, dal privato di cui sopra.

Casta , cricca, corruzione, usceri, stenografi, vitalizi, megapensioni e anche le mazzette sui lavori pubblici impallidiscono e sembrano piccole bugie di bambini in confronto.

Una truffa epocale,
talmente grave da essere incredibile,
talmente grande da essere invisibile.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>